Sofiya picchiata e presa a calci, primi esiti choc dell'autopsia

Sofiya bastonata e presa a calci. L'autopsia: nel burrone ancora viva
TREVISO  - Fine delle speranze: l'autopsia sul corpo di Sofiya Melnyk ha confermato l'identità ed evidenziato, come dato macroscopico, la presenza di numerosi  traumi. Lo spiega  l'anatomopatologo che ha eseguito l'esame, Alberto Furlanetto all'istituto di medicina legale di Treviso: ematomi e lesioni sono compatibili con colpi portati con un bastone o con calci, ma anche dovuti alla caduta dalla sommità della scarpata da cui il corpo è stato gettato, nel caso questo sia avvenuto quando la donna era ancora viva.

I risultati saranno  confrontati con la Tac e l'indagine entomologica per valutare il tempo di permanenza del corpo sul luogo in cui è stato trovato. In base agli elementi ad oggi disponibili, è ritenuto molto probabile che la donna non sia morta sul colpo.

I particolari sul Gazzettino del 29 dicembre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 28 Dicembre 2017, 19:36






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sofiya picchiata e presa a calci, primi esiti choc dell'autopsia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 21 commenti presenti
2017-12-28 19:49:15
esistono esseri ignobili
2017-12-29 07:26:57
E' chiaro che questo sig. Albanese, perdendo la compagna non aveva più reddito per campare visto che risulta essere disoccupato. Tutto d'un tratto perdeva affetti, e sostentamento economico . Il sangue gli sarà andato alla testa.
2017-12-29 13:04:35
vedi commento appena sopra il tuo ...
2017-12-29 09:28:56
"Fine delle speranze: l'autopsia sul corpo di Sofiya Melnyk ha confermato l'identità" Spiegatemi questa frase. Fine delle speranze!? De che? Si sperava che fosse un'altra persona?
2017-12-29 12:03:59
è come dici tu, e speriamo che adesso ci mettano una pietra sopra.