Tentata rapina in gioielleria con i fumogeni, 8 arresti. Presa la banda del lusso: colpi per un milione

Lunedì 14 Giugno 2021
Fumogeni a San Marco

VENEZIA - Otto persone sono state arrestate dai carabinieri di Venezia per una tentata rapina ad una gioielleria in piazza San Marco del 17 marzo 2017. Al termine dell'indagine, denominata «San Marcò, durata tre anni e coordinata da Europol, i Carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Venezia, unitamente ai colleghi della Polizia francese, austriaca, estone e finlandese, hanno arrestato gli appartenenti ad una banda estone specializzata in assalti a gioiellerie di lusso in Europa con un bottino complessivo stimato in oltre un milione di euro. Sono stati, appunto, 8 gli arresti eseguiti in Austria, Estonia e Finlandia, di cui 5 su mandato d'arresto europeo. Nella tentata rapina a Venezia vennero utilizzate due bombe fumogene quale diversivo (una venne collocata sotto la torre campanaria) tanto da far pensare ad un attentato terroristico. Il colpo non riuscì per l'allarme dato da un turista che aveva fatto accorrere le forze dell'ordine nell'area, costringendo i banditi a desistere dal loro intento. I particolari verranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà presso il Comando Provinciale Carabinieri di Venezia alle ore 11.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 17:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA