Pasta Zara, parte il piano di rilancio: 25 milioni di euro da Amco

Giovedì 5 Agosto 2021
Lo stabilimento di Pasta Zara

RIESE PIO X - Amco ha erogato un finanziamento da 25 milioni di euro a Pasta Zara per il piano di rilancio dell'industria che produce pasta e che è in concordato preventivo. La nuova finanza erogata «permetterà a Pasta Zara di far fronte agli impegni finanziari e di estinguere parte della propria posizione debitoria secondo i termini previsti dal piano di concordato con l'obiettivo di procedere con il proprio rilancio finanziario e produttivo». Amco - in esecuzione del concordato preventivo con continuità aziendale omologato dal Tribunale di Treviso nel gennaio 2020 a marzo 2020 - aveva sottoscritto un contratto che prevedeva la concessione di un finanziamento a favore di Pasta Zara sotto forma di una linea di credito per 25 milioni ai fini del rilancio della società. Il contratto è stato successivamente modificato e integrato lo scorso 16 luglio ed in data 27 luglio Amco ha integralmente erogato la nuova finanza. «Con questo intervento - si legge ancora nella nota- Amco conferma il proprio approccio basato su una gestione dei crediti UTP (unlikely to pay o inadempienze probabili) volta a favorire la sostenibilità dell'impresa, supportando le aziende meritevoli con l'obiettivo della continuità e del rilancio industriale, ponendosi come partner di tutti gli stakeholder, con particolare attenzione alla salvaguardia della forza lavoro. Con questa operazione, viene preservata un'eccellenza produttiva del nostro Paese, con l'obiettivo che possa continuare a rappresentare un esempio del made in Italy nel mondo. Amco, attraverso una gestione proattiva del credito, si rivolge alle imprese con strategie e strumenti mirati al recupero e al rilancio di aziende meritevoli».

Pasta Zara, fondata nel 1898, nasce come piccolo laboratorio a Riese Pio X ed opera nel mercato della produzione ed esportazione di pasta. Negli anni è cresciuta fino a diventare il primo esportatore di pasta al mondo in oltre 108 nazioni. L'azienda, attualmente uno dei principali produttori di pasta in Italia, fortemente legata al territorio della Regione Veneto, può vantare una capacità annuale di produzione pari a 400.000 tonnellate di pasta. Pasta Zara, dopo che in passato importanti investimenti destinati all'incremento della capacità produttiva avevano causato una situazione di tensione finanziaria, ha avviato due anni fa un processo per garantire il rilancio dell'attività, che prevede nuovi investimenti destinati alla riorganizzazione della produzione, la razionalizzazione del portafoglio prodotti nonché un efficientamento e semplificazione dei processi produttivi.

Nell'ottobre scorso, con una operazione del valore di 119 milioni, si è conclusa la cessione definitiva a Barilla dello stabilimento di Pasta Zara a Muggia (Trieste), uno fra i più grandi al mondo nel settore della produzione della pasta. Nell'ambito dell'operazione, Amco è stata assistita dallo studio legale DLA Piper, mentre Pasta Zara è stata assistita dallo studio Chiomenti quale consulente legale e Deloitte quale consulente finanziario. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA