Open space, palestra e "think tank": nasce l'hub delle start up innovative. «Già scelte 12, nel 2021 fatturato di 16 milioni»

Giovedì 6 Maggio 2021
L'open space attrezzato per le start up

CASTELFRANCO VENETO - Nasce l'hub delle start up innovative venete. Avranno a disposizione duemila metri quadri, con open space, sale riunioni, palestra, bar e aree dedicate al networking. Ne sono state già selezionate dodici, su 100 che hanno fatto richiesta di entrare nella nuova realtà, e si stima che nel 2021 queste aziende rampanti potranno produrre un fatturato di 16 milioni di euro, e ci sarebbe già l’attenzione di fondi di investimento. A creare l'hub e a fare le stime è Velvet Media, agenzia trevigiana che si occupa di marketing management, vendita online e new media, con sedi negli Usa, in Thailandia e a Dubai.

La "cittadella dell'innovazione" potrà contare su sinergie e su un think tank di professionisti nei settori della finanza, del management e della comunicazione. Il fondatore e titolare di Velvet, Bassel Bakdounes, spiega perché ha lanciato l'idea: «Siamo stufi di vedere morire il business innovativo in Italia. E abbiamo trovato una soluzione». Ovvero, secondo un report europeo sugli incubatori di start up effettuato da Sim, Social innovation monitor, che fa capo al Politecnico di Torino, in Italia tre su quattro falliscono entro il primo anno, e dopo tre anni ne resta viva solo una su dodici: nel 56% dei casi per la gestione errata del marketing, nel 18% mancano le persone con adeguate competenze, il 16% molla per motivi economici. Così, un anno fa, Velvet ha iniziato a lavorare a Next Heroes, il nuovo hub che rivoluziona il modo di avviare business ad alto contenuto innovativo e tecnologico. 

 

«Per 12 mesi abbiamo studiato oltre un centinaio di proposte - dice Bakdounes - e ne abbiamo scelte una dozzina. In tutto, stimiamo che queste realtà nel 2021 possano fatturare circa 16 milioni di euro. Non a caso, alcuni fondi hanno già chiesto di entrare nella proprietà dell’hub, stiamo portando avanti trattative interessanti. È la prova, anche economica, che le idee possono ancora vincere. L’Italia deve uscire dalla crisi economica causata dal Covid e saranno questi business a salvarla». Nel think tank formato da professionisti che formano il comitato tecnico che sta filtrando le start up che si propongono, si legge in una nota aziendale, ecco specialisti come, oltre a Bakdounes, Sebastiano Zanolli, manager, advisor, speaker e autore, Cristiano Ottavian, esperto in project management e nell’avvio di startup, Candi Chen, esperta di strategia e imprenditrice, Riccardo Scandellari, divulgatore, formatore, autore.

L'hub nasce nello stesso edificio dove opera Velvet Media che sviluppa progetti marketing e ha già avviato con successo diverse start up. Tra queste, l’azienda femminile che accelera la digitalizzazione delle Pmi, Vendere Online, la piattaforma benefica All Stars For Good, il primo e-commerce europeo interamente dedicato al b2b Sesamo Shop e il portale italiano dedicato ai nano e microinfluencer, The brand ambassador. Velvet ha 150 dipendenti che seguono diversi progetti innovativi. Le startup potranno trovare supporto e consulenza per quanto riguarda lo sviluppo tecnico del prodotto, le campagne di marketing necessarie a supportare la fase di go-to-market, il reclutamento di risorse aggiuntive, i percorsi di formazione per ampliare le skill manageriali del team e un accompagnamento all’acquisizione di capitali. Bakdounes si dice certo che l'idea funzionerà: «Il Covid sta lentamente uccidendo la nostra economia, per ripartire c'è bisogno di start up innovative che sappiano pensare un futuro diverso. Siamo certi che l’ecosistema di Next Heroes, amplificato dall’arrivo di fondi di investimento, giocherà un ruolo chiave nella rinascita del tessuto economico italiano già adesso, già durante la pandemia. L’innovazione tornerà di nuovo ad essere il motore dell’economia».

Ultimo aggiornamento: 19:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA