Cambio vita, Stefano molla il lavoro di autista di bus e apre un negozio di biciclette

Giovedì 9 Settembre 2021 di Gianandrea Rorato
Cambio vita, Stefano molla il lavoro di autista di bus e apre un negozio di biciclette

ORMELLE (TREVISO) - Lascia il suo lavoro di autista di autobus e torna alla sua passione giovanile, la bicicletta. Perchè oggi, scommettere sulle due ruote, può essere una scelta vincente. Stefano Barbon, 44 anni, già ciclista con una buona carriera agonistica alle spalle (fino agli Juniores col Velo Club Biban) ha deciso di aprire un negozio di biciclette in centro a Ormelle, per cercare di mettere a frutto la sua esperienza maturata nel settore. Il negozio, S-Bike, che prende appunto il nome dal suo ideatore, verrà inaugurato sabato alle 10.30 in piazza Zecchin, con invito esteso a tutti, autorità comprese . Piazza Zecchin è la nuova area di recente riqualificazione a due passi dalla chiesa parrocchiale. Un po' il nuovo salotto del paese, un biglietto da visita d'effetto. 


Stefano, come mai quest'idea?
«Credo molto in questa nuova avventura. Torno alla mia antica passione, al ciclismo, anche se in altra veste. Sono stato agonista fino ai 20 anni e volevo mettere a disposizione di tutti quello che ho imparato attraverso questa mia nuova attività». 


Un'attività che nasce da un radicale cambio di vita. 
«Dopo i 20 anni avevo lasciato il mondo dell'agonismo, al quale per dir la verità mi ha sempre legato un filo sottile ma forte. Per questioni di lavoro ho intrapreso altre strade e un'attività diversa. Sono stato per anni autista di corriere per l'azienda trevigiana Mom. Ora torno all'antico amore». 


Perché investire oggi sulla bicicletta? 
«La pandemia ha cambiato la prospettiva di molti. C'è stato un boom in questo settore, come è facilmente intuibile. E credo che questo fosse il momento giusto. Ad ogni modo faccio presente che questo è un mezzo di locomozione per tutti, semplice da usare, tra l'altro economico specie nel lungo periodo. Pertanto se il servizio sarà accurato, credo che un'iniziativa di questo tipo possa essere importante». 


Ma non solo biciclette da corsa... 
«Certo che no, avremo un po' tutti i settori. Questo è un negozio per tutti quelli che si approcciano alla bicicletta, un mezzo sicuro, economico e soprattutto ecosostenibile. Ci sono le bici per i bambini e per gli adulti, le bici da corsa, certo, ma anche e le mountain bike e le bici gravel, ossia adattare ai fuoristrada e alle strade bianche».

Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 09:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA