Ritrova la bici grazie a Facebook, la va a prendere ma non la trova più: anziana derubata due volte

Sabato 26 Novembre 2022 di Denis De Mauro
Bicicletta rubata a Sacile
1

SACILE - Doppio furto di bici e l’anziana signora resta appiedata. È sempre un evidente problema a Sacile quello delle biciclette “prese in prestito”, come ironizza qualcuno perché in realtà poi non vengono mai restituite. Furti che spesso non sono di biciclette costosissime, ma che infastidiscono molto chi li subisce, per le scomodità che creano e ovviamente per il torto.


IL CASO


Un paio di sere fa sulla pagina “Sei di Sacile se” di Facebook è scattata la segnalazione di una sacilese che, notata una bicicletta da donna a terra, abbandonata sulla pista ciclabile, ha capito che non poteva essere stato il suo padrone a trattarla così male ed ha avvisato tutti che il mezzo era lì e che poteva essere recuperato. Il passaparola e l’educazione civica di alcuni hanno poi fatto il resto, portando una signora ad accompagnare l’anziana madre a recuperare il maltolto. La foto era molto chiara, si capiva perfettamente che la due ruote era stata abbandonata vicino all’incrocio di San Liberale. Quando la poveretta è arrivata sul posto però non ha trovato nulla: la bicicletta era sparita, evidentemente di nuovo rubata da qualcuno che, vistala a terra o forse proprio informato dal post su Facebook, ha pensato bene di appropriarsene. La speranza che qualche buon samaritano l’avesse portata ai vigili è svanita subito: il comando assicura che nessuno ha consegnato nulla a loro. Una brutta delusione per l’anziana signora che pare non abbia preso bene il doppio furto con contorno di beffa. Siamo vicini a Natale, magari chi si è preso la bici troverà dentro di se quel pizzico di buon cuore che basterà a farla ritrovare. Sarebbe davvero un bel gesto. In alternativa, qualcuno dei negozianti poco lontani dalla ciclabile potrebbe buttare l’occhio alle sue telecamere per vedere se il ladruncolo era fotogenico.


I PRECEDENTI


Resta la constatazione che non di rado i troppo frequenti furti di biciclette a Sacile colpiscono chi del mezzo ha proprio bisogno. Mesi fa, eravamo a febbraio di quest’anno, toccò al cinquantunenne Sergio, operaio che tutte le mattine si fa in bicicletta i 15 chilometri che lo separano dal luogo di lavoro, nella trevigiana Colle Umberto. A lui di bici ne hanno rubate due, e con una, ritrovata, i ladri si sono concessi pure il bis. Sergio non usa modelli costosi e ha l’abitudine di chiudere il lucchetto, ciò nonostante ha pagato pegno, come Manuela, 42enne di origini trevigiane trapiantata a Sacile dove lavora in un supermercato. A lei i soliti ignoti hanno sottratto nottetempo la bicicletta elettrica, anche questa chiusa, che usava per recarsi al lavoro in un supermercato fuori paese. Un modello acquistato in offerta a 900 euro a rate che non aveva ancora finito di pagare.

Ultimo aggiornamento: 20:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA