Zaia, nuova ordinanza, trasporto pubblico: mezzi pieni. Tornano i giornali nei bar e gli sport di squadra

Venerdì 26 Giugno 2020 di Beatrice Mani
Luca Zaia in diretta oggi: cosa ha detto il governatore. Coronavirus, contagio e vittime
14

Luca Zaia in diretta oggi, venerdì 26 giugno 2020, dalla sede della protezione Civile a Marghera. Contagio e vittime da Coronavirus in Veneto: cinque nuovi infetti e un paziente deceduto nelle ultime 24 ore nella nostra regione. Il governatore ha annunciato di aver firmato una nuova ordinanza per il Veneto, le nuove disposizioni entreranno in vigore da domani: trasporto pubblico rivoluzionato - da domani su bus e treni si viaggerà secondo la capienza da omologazione ma con obbligo di mascherina e igienizzazione -, riaprono le saune e gli ippodromi, tornano i giornali nei bar e nei negozi. E per gli sportivi c'è una grossa novità: si può tornare a praticare sport di squadra e di contatto.

Zaia: «La zanzara non trasmette il virus. Cani e gatti lo prendono, ma non infettano l'uomo» Video
 

Zaia in diretta oggi: cosa ha detto

Il bollettino (VIDEO)
I tamponi fatti sono oltre 917mila, positivi 19.262 (+5), 738 in isolamento, 187 le persone ricoverate (5 in meno e solo 16 covid), invariate le terapie intensive 11 (1 covid) 2.007 morti (una vittima nelle 24 ore). 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DI OGGI - SCARICA IL PDF
 

Coronavirus, L'Oms: Il Covid come la Spagnola: sparì in estate e tornò in autunno con 50 milioni di morti
 

Nuova ordinanza del Veneto: cosa cambia

La nuova ordinanza firmata oggi dal governatore Luca Zaia e valida da domani, tocca molti punti, primo su tutti quello del trasporto pubblico. I grandi eventi, i grandi assembramenti, le manifestazioni sportive sono rimasti fuori dalla normazione della regione Veneto. Zaia attende il nuovo Dpcm di metà luglio per capire le intenzioni del Governo, «ma sono convinto che ci saranno maggiori aperture». Si tratta di un salto in avanti da parte del Veneto, per stimolare tutte le altre regioni italiane ad allinearsi. «Stiamo controllando se servono aggiustamenti - dice Zaia -. È una delle ordinanze più toste che abbiamo firmato e le linee guida sono state approvate dal Dipartimento prevenzione».
LEGGI E SCARICA: la nuova ordinanza.pdf

 

Trasporto pubblico: mezzi pieni

«Ho firmato una nuova ordinanza, valida fino al 10 luglio 2020, visto che il 14 è in arrivo il nuovo Dpcm - spiega Zaia - e riguarda il trasporto pubblico locale (treni, autobus, mezzi acquatici, tram): si svolgono i servizi con capienza da omologazione, obbligo di mascherina e igienizzazione. Non vengono ridotti i mezzi e le corse. La vigilanza spetta al personale di bordo, multe previste da 400 a mille euro».
«Trasporto pubblico non di linea (taxi, ncc, autobus gran turismo ecc) hanno capienza totale prevista dalla omologazione, obbligo anche qui di mascherina e igienizzazione. Se un autobus parte dal Veneto e va in un'altra regione, vale la regolamentazione della regione di partenza».
LEGGI E SCARICA: Linee di indirizzo per il trasporto pubblico regionale/locale.pdf

 

Veneto, tornano i giornali nei bar

Tornano i giornali nei bar, ristoranti, parrucchieri, studi medici eccetera. Zaia ha puntualizzato che sono stati per gli editori 5 mesi di ristrettezze per la categoria. Nei circoli (centro anziani, circoli sportivi eccetera), consentita la messa a disposizione dei giornali possibilmente in più copie.
 

Autorizzati sport di contatto e di squadra

Igienizzazione e controllo personale della temperatura, ma da oggi sono consentiti in Veneto gli sport di contatto e di squadra.
LEGGI E SCARICA: Linee di indirizzo per la ripresa degli sport di contatto e squadra.pdf
 

Saune riaperte

Saune aperte al pubblico in qualsiasi struttura, ma non il bagno turco. Sauna deve essere compresa tra 80 e 90 gradi.

Processioni religiose e manifestazioni con spostamento
E' ammesso lo svolgimento di questi eventi, processioni, cortei rievocativi, con l'obbligo per partecipanti e spettatori del distanziamento di almeno un metro o di utilizzo delle mascherine se questo non è possibile.
 

Ospedali: riaprono i negozi

Riaperti gli esercizi commerciali negli ospedali, parrucchieri, edicole e tutti i negozi presenti, rimasti chiusi durante l'emergenza Covid.
Linee di indirizzo per la ripresa delle attività economiche nelle aree ospedaliere.pdf

Ippodromi riaperti
Riaprono anche queste strutture. Ripartono le manifestazioni all'interno degli ippodromi, comprese le aste di cavalli.

Formazione dei dipendenti pubblici e privati
Si svolge anche con attività in presenza per la formazione legata alla sicurezza sul posto di lavoro.

Il nodo scuola: oggi si decide
Alle 13 videoconferenza sulla scuola, si attendono novità in giornata. Punti critici sono la mascherina in classe obbligatoria - le Regioni, nell'incontro di ieri, hanno espresso la richiesta che non fosse scritta nelle linee guida attuali -, secondo punto il trasporto scolastico. Ultima partita quella delle risorse: serve garanzia di risorse economiche e di personale Ata. «Abbiamo posto anche la questione delle scuole paritarie. Questo quello che è emerso ieri e che dovrà essere discusso quest'oggi», come ha spiegato l'assessore regionale veneto Manuela Lanzarin. Scuola, quando comincia? Oggi la decisione: cosa cambia dalle mascherine alla didattica

La questione vitalizi
«Ritengo che il sistema contributivo sia il migliore, ma non conosco nei dettagli la vicenda del Senato, che non mi ha mai entusiasmato. In questi casi, comunque, ritengo fondamentale che si arrivi a sentenza». Così il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha commentato la vicenda sui vitalizi dei senatori. «Non penso però che si possa parlare di sorprese: sapevamo tutti che sarebbe andata a finire così. Perché, se non con sentenze di alto valore, da questa storia dei diritti acquisiti non ne verremo mai fuori».  Vitalizi, Senato annulla la delibera sul taglio agli ex parlamentari. Crimi: «La casta si tiene il malloppo»

 

Coronavirus, in Italia dieci nuovi focolai. Crisanti: "Non si esclude un secondo lockdown"

Il coronavirus torna a fare paura dopo una breve tregua. Crescono nuovamente i casi in Europa dove tornano le zone rosse, ma la situazione inizia a farsi calda anche in Italia dove si sono riaccesi dei focolai di covid.

Ultimo aggiornamento: 29 Giugno, 12:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA