Luca Zaia in diretta oggi: cosa ha detto. «Bus e treni senza riduzione dei passeggeri ma con la mascherina: ordinanza in contrasto con il Dpcm. Il virus c'è ancora»

Martedì 23 Giugno 2020 di Beatrice Mani
Luca Zaia in diretta oggi: cosa ha detto. Coronavirus in Veneto: contagio e vittime
4

Luca Zaia in diretta oggi, martedì 23 giugno 2020, su contagio e vittime da Coronavirus in Veneto e le disposizioni della Regione. Il consueto punto stampa dalla sede della Protezione Civile a Marghera. Una vittima del Covid nelle ultime 24 ore e 3 nuovi contagi: «Il virus c'è ancora».

Trasporto pubblico senza distanziamento ma con la mascherina obbligatoria, cassa integrazione, il nodo elezioni, e la determinazione a rilanciare il turismo in Veneto, anche grazie a spot mirati, come quello annunciato oggi dal governatore: la regione andrà in onda durante il meteo in Germania. E infine l'ospite dell'appuntamento di oggi, il professor Vincenzo Baldo: l'epidemiologo ha spiegato cosa sappiamo ad oggi del Coronavirus, ribadendo che l'unica arma efficace, in attesa di un vaccino, è la prevenzione. Ma non solo, ha anche parlato dell'ipotesi della nuova ondata di Covid in autunno.
 

Zaia in diretta oggi: cosa ha detto

 

Coronavirus Veneto, contagio e vittime oggi

Con 5.894 nuovi tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, il totale dei teste effettuati in Veneto è arrivato a 888.273. «La direzione va verso i 900.000 tamponi», ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Zaia, presentando il bollettino quotidiano. Sono stati 3 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Veneto a cui se ne aggiunge uno in provincia di Verona nel rilevamento del pomeriggio, che portano il totale dall'inizio dell'epidemia a 19.251. Lo rende noto il Bollettino della Regione, che registra un nuovo decesso, portando il totale a 2.004. Gli attuali positivi sono 564, 21 in meno rispetto a ieri, e il totale dei negativizzati sale a 16.682; i soggetti in isolamento fiduciario scendono a 751 (-82). I ricoverati in ospedale sono 221 (-2), di cui 30 positivi (+1); nelle terapie intensive vi sono 11 ricoverati (-1) con un caso positivo a Covid-19.  IL BOLLETTINO DI OGGI - SCARICA IL PDF

Andrea Crisanti: «Se a Schiavonia avessimo fatto come ad Alzano, sarebbe stata una strage»

Trasporto pubblico, ordinanza in arrivo
«Invieremo al Comitato tecnico scientifico una proposta di ordinanza per il trasporto pubblico locale che cozza con il Dpcm, vorremmo portare avanti la filosofia che treni e bus possano essere utilizzati senza riduzione di passeggeri, ma con gli utenti con la mascherina, ma senza distanziamento», ha spiegato il governatore Zaia.

Il Coronavirus c'è ancora
Mai abbassare la guardia, il presidente lo ripente praticamente ogni giorno in diretta Facebook, come un mantra: «Il virus c'è, se siano "pezzi" di virus o meno ce lo diranno gli scienziati, ma il Covid ancora sta girando fra noi».

Elezioni: si va a votare oppure no?
Elezioni e commenti sulle candidatore? La risposta di Zaia è amara e ancora una volta punta il dito contro Roma e quello che sembra essere un eterno balletto della data della chiamata alle urne: «La prima domanda da farsi è "si va a votare?", ancora non abbiamo la data della chiamata alle urne, ad ora il Governo non ha ancora fissato un giorno ed è una situazione imbarazzante. Ma io non mi sto occupando di elezioni, poco ma sicuro».

Cassa integrazione lavoratori veneti
Cassa integrazione, problemi dei lavoratori veneti. «La parte istruttoria è stata fatta da parte della Regione e dell'Inps regionale, bisogna capire l'erogatore dell'ente - ha risposto Zaia a un giornalista -. Vanno capiti i canali».
 

Turismo: spot in Germania durante il Meteo

Il Coronavirus ha messo in ginocchio il comparto più importante del Veneto, gli operatori stanno cercando di ripartire ma non senza difficoltà. «La partita di giugno se ne è andata, abbiamo molti alberghi e strutture ancora chiuse, ma so che molti apriranno a luglio. Siamo andati avanti mesi a parlare di corridoi, con incertezze, senza una gestione europea. Contiamo di poter partire con la campagna nelle tv internazionali e locali, coscienti del fatto che la maggioranza delle presenze turistiche in Veneto sono stranieri. Andremo con gli spot in Germania nelle previsioni Meteo».

Università, laurea in Medicina a Treviso
Ancora una volta a Zaia arriva una domanda su corso di Laurea in Medicina a Treviso, oggetto di contendere fra il Veneto e il Governo: «L'unica cosa certa che abbiamo è che andremo in Corte Costituzionale a difendere la nostra decisione e il corso di laurea, di certo l'anno accademico si aprirà regolarmente».
 

Il prof Baldo: unica arma contro il Covid la prevenzione

Ordinario di igiene e medicina preventiva, è nel comitato tecnico scientifico del Veneto, è epidemiologo e ha al suo attivo oltre 200 pubblicazioni a livello internazionale: questo è il professor Vincenzo Baldo. «Il Covid è stato un problema nuovo e ha fatto reagire un sistema: e la reazione, partita quasi da zero, è stata importante e l'evoluzione del virus è stata molto veloce. Questo virus ha dimostrato di essere virulento e la prevenzione è rimasta l'unica arma per contrastarlo. Le misure sono il distanziamento, la mascherina, l'igiene respiratoria e delle mani. Situazioni del genere oramai sono diventate cicliche».
 
  • Il Coronavirus deve ancora fare paura? A che punto siamo?
«Servono studi corretti e adeguati, noi abbiamo qualcosa di nuovo e di conseguenza il dibattito scientifico che si sta aprendo deve essere costruttivo e dare informazioni. Guardando i dati si tende a dar ragione a un gruppo o all'altro, oggi siamo in una situazione di riduzione dei casi, ma la circolazione virale esiste ancora, quindi non bisogna abbassare il livello di attenzione. Entrambe le posizioni vanno bene se sono costruttive».
 
  • Ondata autunnale, il Covid tornerà?
«I Coronavirus hanno la capacità di nascondersi durante l'estate ma riescono ad arrivare all'anno dopo e ritornano. Ma questo virus somiglia anche alla Sars, che è sparita - ha spiegato il professor Baldo -. Il dato scientifico in questo momento mi dice che non ha cambiamento dal punto di vista genomico e questa osservazione va tenuta in considerazione. Esiste un piano autunnale? Dipende da cosa accade dal puto di vista dell'epidemia. Il serbatoio del virus è l'uomo, possono essere gli asintomatici e non, il Covid continua ad essere così presente nella società, si nasconde nell'uomo. Ma bisogna ripartire, non possiamo restare sequestrati dal Coronavirus».
 
  • Come prevenire il Coronavirus?
«Non abbiamo tante armi, a meno che non arrivi un vaccino presto. Durante l'estate non va persa la percezione di un qualcosa che potrebbe tornare, come non lo sappiamo, ci sono vari scenari. Con una ondata molto importante come l'influenza o in maniera blanda, non sappiamo cosa succederà, ma dobbiamo essere pronti ad affrontare un ritorno. La sorveglianza con i tamponi è molto importate per riuscire ad agire in modo immediato e localizzato».
 
  • Assembramenti e turismo: mascherina fondamentale
«E' il periodo caldo, il virus circola meno, riguardo alle aggregazioni va considerato che sono i più giovani ad assembrarsi, ma la verità è che ci rendiamo conto che il contagio aumenta solo a distanza di 14 giorni. In caso di assembramento la mascherina dovrebbe essere portata sempre». 

 

La nuova ordinanza del Veneto

Sul profilo Facebook del governatore Luca Zaia pubblicato il testo della nuova ordinanza regionale del 22 giugno 2020. Luca Zaia in diretta oggi: cosa ha detto. Firmata la nuova ordinanza. «Assembramenti: se torna il Covid restrizioni pesanti»

 

Ultimo aggiornamento: 24 Giugno, 13:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA