Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mala-movida, vende superalcolici a un gruppo di minorenni: maxi multa al negoziante "distratto"

Domenica 19 Giugno 2022 di Giuseppe Babbo
Controlli a Jesolo da parte della Polizia locale
5

JESOLO  - Vendeva alcolici ad un gruppo di minorenni, esercente sanzionato dagli agenti della polizia locale. E’ accaduto venerdì sera, 17 giugno, in una zona centrale della città durante i controlli contro la “mala-movida”. Da settimane in città si stanno infatti verificando risse e fenomeni di degrado, spesso con giovani e giovanissimi protagonisti, sempre (o quasi) con l’abuso di alcol indicato come causa scatenante. Ed è per questo gli agenti della Polizia locale hanno intensificato i controlli, anche nei confronti di chi vende alcolici ai minori. Ed è stato durante questo tipo di attività che una pattuglia ha intercettato un esercente straniero mentre effettuava la vendita di superalcolici ad un gruppo di ragazzini.

Si tratta di un gruppo tra i 16 e i 17 anni, residenti nel Veneziano, in vacanza in città con le loro famiglie, tutti identificati e successivamente riaffidati ai famigliari. L’esercente una volta identificato è stato invece sanzionato per aver venduto alcolici a minori con una multa amministrativa che può arrivare fino a mille euro. Ovviamente gli alcolici venduti sono stati sequestrati.

Dal Comando è stato lanciato in appello ai giovani, e ai loro genitori, per ribadire che il consumo e l’abuso di alcolici in età giovanile provoca seri danni alla salute. Senza trascurare le problematiche legate alla sicurezza perché un ragazzino alterato dall’alcol può ritrovarsi, pur involontariamente, in situazioni poco piacevoli. Come detto nelle ultime settimane, in tutta la città, si sono registrate diverse criticità provocate dall’abuso di alcolici: l’ultima ieri pomeriggio in piazza Mazzini, dove si è tenuta l’ennesima rissa con dei giovanissimi come protagonisti. Solo una settimana fa i carabinieri e gli agenti della Polizia sono dovuti intervenire nella zona di piazza Aurora per una rissa tra due gruppi di giovani, con tre feriti e altrettanti identificati. Anche in questo caso ad innescare la scintilla sarebbe stato l’abuso di alcol ed è per questo che una parte di città continua a chiedere l’introduzione dell’ordinanza che vieta di consumare alcolici in pubblico, spiaggia compresa. Molto in questo senso dipenderà da come andranno le prossime notti. Da ieri hanno riaperto i battenti tutti i locali notturni e la speranza è che la tensione delle ultime settimana possa svanire o comunque diminuire. «I controlli contro chi vende alcolici a minorenni o comunque a persone ubriache – assicura il sindaco Valerio Zoggia – continueranno per tutta l’estate. Per quanto riguarda l’eventuale ordinanza vogliamo fare ancora delle valutazioni, vediamo come andranno le notti in città con tutti i locali notturni aperti». 
 

Ultimo aggiornamento: 21 Giugno, 14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci