Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Venezia, quasi 4 milioni di euro per aggiustare le strade a rischio incidente: ecco tutte le vie nel mirino, da Chioggia a Caorle

Martedì 16 Agosto 2022
Venezia, quasi 4 milioni di euro per aggiustare le strade a rischio incidente: ecco le vie del mirino da settembre, da Chioggia a Caorle
1

VENEZIA - La Città metropolitana di Venezia, a partire dalla metà di settembre, darà il via ad una serie di interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria sulla Strade Provinciali di sua competenza per la messa in sicurezza di tratti di strada o intersezioni ad elevata incidentalità.

Si tratta di un investimento di 3.807.226,70 euro che interesserà circa la metà dei comuni della Città metropolitana per una quarantina di interventi complessivi che verranno effettuati nelle Strade Provinciali delle quattro zone in cui sono suddivisi gli 810 km di rete stradale di competenza.

   1° zona: comprendente l’area sud di Chioggia-Cavarzere e Cona e il territorio prossimo al fiume Brenta il cui limite superiore coincide con il naviglio Brenta;
   2° zona: comprende il territorio racchiuso tra il naviglio Brenta ed il fiume Sile;
   3° zona: comprende il territorio racchiuso tra il fiume Sile ed il fiume Livenza;
   4° zona: comprende il territorio racchiuso tra fiume Livenza ed il fiume Tagliamento.

L’obiettivo degli interventi è quello di migliorare le condizioni di sicurezza della rete stradale e consentire il miglioramento del livello di servizio della rete stradale. Per individuare le tratte alle quali assegnare le priorità di intervento è stata condotta un’analisi dell’incidentalità, basata sui dati forniti da Città Metropolitana provenienti originariamente dai database Istat. A questi si sono aggiunti i monitoraggi del settore viabilità dell’ente e le segnalazione delle singole amministrazioni e cittadini.

In riferimento agli incidenti ci si è basati su una calcolo dei sinistri che si sono verificati nel periodo 2015 – 2020 nelle Strade provinciali. I dati utilizzati considerano gli eventi più gravi e probabili. Sono stati analizzati 2688 incidenti, dei quali 87 che hanno avuto, purtroppo, un esito mortale.  Con riferimento al 2020 il numero di incidenti che si è verificato è ovviamente ridotto a causa della pandemia da Sars Covid 19 che ha visto una importante riduzione dei volumi di traffico e conseguentemente del numero di incidenti.

Da una prima analisi dei dati è, comunque, emerso che il più alto numero di incidenti si verifica per distrazione e per eccesso di velocita in rettilineo, a seguire nelle intersezioni a raso, in curva e, infine, in rotatoria. Per quanto riguarda le condizioni meteo e quelle della pavimentazione (asciutta o bagnata) è risultato che il maggior numero di sinistri si verifica in condizioni favorevoli (meteo sereno e pavimentazione asciutta). Nell’arco della giornata gli incidenti, come ci si poteva aspettare, sono concentrati nelle ore centrali in cui sono più alti i flussi.

Per quel che riguarda le intersezioni, vi è una differenza sostanziale tra le rotatorie e quelle a raso. Infatti, il numero di incidenti e di feriti è molto più alto nelle intersezioni a raso rispetto a quelle in rotatoria in quanto il numero di punti di conflitto è superiore e nelle rotatorie gli angoli di incidenza delle traiettorie sono più bassi.

In base a questi risultati e ai dati raccolti ed elaborato dal settore viabilità della Città metropolitana si è proceduto a programmare una serie di interventi che da metà settembre avranno il compito primario di mettere in sicurezza i tratti considerati più a “rischio” oltre a migliorare altre strade, rotatorie e incroci in cui è emersa la necessità di lavori di manutenzione.

Gli interventi programmati sono stati programmati  a settembre per evitare di congestionare il traffico estivo e verranno segnalati preventivamente con della segnaletica apposita alcuni giorni prima dell’inizio. Si tratterà, inoltre, di un primo stralcio a cui ne seguirà un secondo nei prossimi mesi.

Zona I

SP3 Curva in corrispondenza Pizzeria “Grande Fratello” (Comune di Cavarzere)

In corrispondenza della curva, situata in Comune di Cavarzere, si sono verificati diversi sinistri, per tale motivo si è deciso di intervenire nel tentativo di migliorare le criticità esistenti. Si prevede installazione di segnale di preavviso curva pericolosa con lampeggiante su entrambi i sensi di marcia e bande sonore tipo acustico. Inoltre, in esterno curva, si prevede installazione barriera tipo H2 e delineatori di curva con lampeggiante. Infine, è prevista scarifica e asfaltatura con risagomatura della piattaforma per adeguare pendenze trasversali ad oggi scarse e/o assenti. 

SP4 (Comune di Chioggia)

Si prevede messa rifacimento manto stradale intersezione SP4 e SP7;

SP5 – Intersezione SP5 – SR516 (Comune di Cona)

Intersezione SP5-SR516; è prevista la demolizione delle cordonate esistenti e sostituzione con cordonate tipo Anas per una maggiore visibilità dell’organizzazione delle corsie ed in generale dell’intersezione.

SP7 intersezione in prossimità di un ponte (Comune di Chioggia)

Si tratta di una intersezione in curva, in prossimità di un ponte, in Comune di Chioggia, dove si sono verificati diversi incidenti. Per cercare di ridurre le criticità esistenti si è deciso di prevedere l’installazione di segnali di preavviso curva pericolosa, con lampeggiante, in entrambi i sensi di marcia con annesse bande sonore tipo acustico. S si prevede la ripavimentazione della sede stradale, previa fresatura e successiva mano di attacco, per l’eliminazione degli avvallamenti e delle sconnessioni della pavimentazione esistente che potrebbero portare a perdita di aderenza proprio in corrispondenza della curva. Si prevede inoltre il rifacimento della segnaletica orizzontale per migliorare la percezione della curva e garantire un miglior approccio ad essa.

SP9 (Comune di Chioggia)

Gli interventi consistono nel rifacimento del manto stradale, previa fresatura e successiva mano d’attacco, e, laddove necessario, del ripristino del sottofondo dei margini laterali della carreggiata. Quest’ultimo intervento consiste nello scavo del cassonetto stradale, della larghezza di circa 1,5 m e della profondità di 40-50 cm, successiva posa in opera dello strato di tout venant dello spessore di 40 cm, del conglomerato bituminoso binder 7 cm e dello strato di usura 3cm.

SP14 Var - Attraversamento pedonale (Comune di Campolongo Maggiore)

In località Bojon in Comune di Campolongo Maggiore, è prevista la realizzazione di un attraversamento pedonale su via Corsivola, all’altezza dell’intersezione di quest’ultima con Via Francesco Petrarca.

Allo stato attuale la carreggiata presenta una larghezza di circa 12 m, con due corsie, una per senso di marcia e corsia di accumulo per la svolta a sinistra da Via Corsivola verso Via Francesco Petrarca. Data la larghezza in gioco, l’attraversamento viene realizzato con un’isola di protezione centrale per i pedoni, in modo tale da garantire l’attraversamento in due fasi.

L’attraversamento sarà illuminato e segnalato da cartello con lampeggianti. A monte, in entrambe le direzioni; è prevista installazione del segnale di pericolo attraversamento pedonale con lampeggiante.

Per garantire il transito in sicurezza dei flussi pedonali tra Via Francesco Petrarca e Via Corsivola, si è deciso di ricavare, su parte della banchina esistente, un percorso delimitato, lato strada, da cordolo stradale in gomma e, lato canale, dalle barriere stradali esistenti. Per garantire spazio sufficiente per il transito dei pedoni in corrispondenza dell’angolo che si forma tra via Corsivola e via Francesco Petrarca si decide di realizzare allargamento del rilevato, previa infissione di pali in legno di castagno e successivo riempimento con idoneo materiale arido.   

SP85 (Comune di Cavarzere)

In corrispondenza della curva della SP85, situata sull’argine del fiume Adige con dislivello di circa 6 m rispetto al piano campagna, si è verificato un incidente con esito mortale per fuoriuscita del veicolo. Si prevede l’installazione di barriere di sicurezza in esterno curva e l’installazione di segali di preavviso curva pericolosa con lampeggianti, accompagnati da bande sonore tipo acustico. 

SP87 (Comune di Cona)

Lungo la SP87 sono stati individuati 3 criticità su rotatorie e curve provenendo dal Comune di Cona, direzione Cavarzere, dove si prevede di installare un segnale di preavviso curva pericolosa con lampeggiante e bande sonore tipo acustico. Il rifacimento della pavimentazione fortemente ammalorata, perciò si procede al rifacimento del manto stradale, previa fresatura e successiva mano d’attacco, con ricariche dove necessario.

Zona II

SP26 (Comune di Mirano)

Lungo la SP26 si prevede rifacimento manto stradale, previa scarifica e successiva mano d’attacco, e installazione di barriere a protezione del canale a progressiva. 

SP27 (Comune di Mira- Comune di Mirano)

La SP27 collega il comune di Mira a quello di Mirano. In corrispondenza di due curve in cui sono verificati alcuni incidenti, dopo aver verificato quelle che sono le condizioni di pavimentazione, delle barriere e della segnaletica si è deciso di intervenire  con la ripavimentazione dei tratti in curva con scarifica e asfaltatura (SMA) per risagomare le pendenze trasversali; si procederà poi con l’installazione segnali preavviso curva pericolosa con lampeggiante e rallentatori ottici; e, infine, ci sarà la sostituzione, in corrispondenza della curva, delle barriere bordo canale, ammalorate, con nuove barriere.

SP28 intersezione con Via Accopè (Comune di Pianiga)

E’ prevista la demolizione delle cordonate esistenti e sostituzione con cordonate tipo Anas per una maggiore visibilità dell’organizzazione delle corsie ed in generale dell’intersezione.

SP33 e SP33 dir (Comune di Mirano – Comune di Santa Maria di Sala)

Si prevede rifacimento manto stradale di due tratti e sono previsti inoltre, interventi di risanamento margini laterali della carreggiata dove il fondo stradale si è deformato, tipicamente su argine in prossimità di canali. In questi casi l’intervento prevede: scavo cassonetto di larghezza 1,5m; rifacimento fondazione, base, binder e strato d’usura.

SP34 (Comune di Mirano – Comune di Pianiga)

In seguito a cedimenti del sottofondo a margine del rilevato, si ritiene necessario intervenire con un intervento più profondo che prevede lo scavo di un cassonetto della larghezza di 1.5 m con successiva posa di uno strato di 30 cm di tout venant seguito da binder più usura. Quest’ultima estesa all’intera larghezza della carreggiata.

SP35 (Comune di Salzano)

In seguito a cedimenti del sottofondo a margine del rilevato, si ritiene necessario intervenire con un intervento più profondo che prevede lo scavo di un cassonetto della larghezza di 1.5 m con successiva posa di uno strato di 30 cm di tout venant seguito da binder più usura.

SP38 (Comune di Martellago – Comune di Noale – Comune di Salzano)

In seguito a cedimenti del sottofondo a margine del rilevato, si ritiene necessario intervenire con un intervento più profondo che prevede lo scavo di un cassonetto della larghezza di 1.5 m con successiva posa di uno strato di 30 cm di tout venant seguito da binder più usura.

SP81 – Rotatoria delle Vele (Comune di Venezia)

Si prevede rifacimento del manto stradale con asfalto tipo SMA, previa scarifica e successiva mano d’attacco, per garantire maggiore aderenza ai veicoli in transito.

Rotatoria n°41 (Comune di Mirano)

In questa intersezione è prevista l’installazione di cordonata tipo Anas.

Zona III

SP42 – Jesolana (Comune di Cavallino/Treporti – Comune di Jesolo)

Sono previsti i seguenti interventi:

Rifacimento di un tratto di pista ciclabile in comune di Cavallino, dove la presenza delle radici delle alberature esistenti ha comportato importanti sollevamenti del piano viabile e quindi situazioni di pericolo per i ciclisti;

Rifacimento del manto stradale alle progressive in via Roma Sinistra per una estensione di circa  mezzo chilometro.

SP43 (Comune di Quarto d’Altino)

Si prevede il rifacimento della pavimentazione di un tratto ammalorato.

SP44 (Comune di Musile)

Si prevede l’installazione di circa 100 m di barriere

SP47 – Intersezione Via Argine S. Marco (Comune di San Donà di Piave)

In questa intersezione si sono verificati diversi incidenti, si è quindi deciso di intervenire cercando di migliorare l’informazione agli utenti, mediante l’installazione di segnali di preavviso di intersezione pericolosa con lampeggianti, a 150 m e 75 m, e installazione di rallentatori ottici.

SP53 (Comune di Eraclea)

Si prevede installazione delle barriere a protezione del canale che costeggia la SP53.

SP55 (Comune di San Donà di Piave)

Si prevede installazione, in corrispondenza di una curva, di barriere di sicurezza e la ripavimentazione con applicazione di monostrato per l’intero sviluppo della curva in modo tale da garantire miglior aderenza ai veicoli in transito.

SP56 (Comune di San Donà di Piave- Comune di Noventa di Piave)

Si prevede il rifacimento dell’asfaltature in corrispondenza di una curva con monostrato e installazione di barriere di sicurezza stradale in esterno curva. Inoltre si prevede il rifacimento di un tratto della pavimentazione 

Attraversamenti pedonali Comune di Eraclea

Su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Eraclea, è prevista l’installazione, in corrispondenza degli attraversamenti stradali già esistenti, di sistema intelligente di segnalazione del tipo “Safety Cross “.

Gli impianti “Safety Cross” di segnalazione verranno collegati ove possibile alla rete di alimentazione dell’illuminazione esistente o in alternativa saranno dotati di alimentazione autonoma con pannello fotovoltaico.

Zona IV

SP42 (Comune di San Stino di Livenza)

Intervento di ripristino pavimentazione in approccio rotatoria intersezione SP42 e SP59, con ripristino pavimentazione profonda, per circa mezzo chilometro

Intersezione SP42 e SP68 (Comune di Concordia Sagittaria)

Dall’analisi dei dati sull’incidentalità è emerso che in questa intersezione si sono verificati alcuni sinistri. Per migliorare la percezione dell’intersezione e quindi le condizioni di sicurezza si prevede l’installazione di segnale di preavviso intersezione pericolosa con lampeggiante sulla SP42, mentre sulla SP68 si prevede l’installazione di segnale di preavviso di stop con lampeggiante e bande rumorose.

SP59 (Comune di Caorle- Comune di San Stino di Livenza)

Intervento ripristino pavimentazione in approccio rotatoria intersezione SP42 e SP59, con ripristino pavimentazione profonda. 

Inoltre, si procede con rifacimento di due tratti di pavimentazione stradale oltre a quello della rotatoria SP42-SP59 con asfalto tipo SMA

SP67 (Comune di Concordia Sagittaria)

Intervento prevede rifacimento pavimentazione, previa scarifica e successiva mano d’attacco di un tratto ammalorato.

SP68 (Comune di Concordia Sagittaria)

Rifacimento pavimentazione, previa scarifica e successiva mano d’attacco, con inserimento di rete di rinforzo, alle seguenti progressive su due tratti di provinciale

SP70 (Comune di Caorle)

Si prevede:

      Curva località Marina: l’installazione di cartelli di preavviso curva pericolosa con lampeggiante a 150 m e a 75 m, con annesse bande sonore tipo acustico;
      Curva località Brussa: l’installazione di cartelli di preavviso curva pericolosa con lampeggiante a 150 m e a 75 m, con annesse bande sonore tipo acustico;
      L’asfaltatura, previa scarifica e successiva mano di un tratto di strada e della sistemazione di cedimenti tratti vari.

SP73 (Comune di San Michele al Tagliamento – Comune di Fossalta di Portogruaro)

Si prevedono due interventi con il rifacimento pavimentazione, previa scarifica e successiva mano d’attacco e in corrispondenza di una curva l’installazione di delineatori di curva con lampeggianti e di segnali di preavviso curva pericolosa con lampeggiante, quest’ultimi accompagnati da bande sonore tipo acustico.

Ultimo aggiornamento: 12:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci