Monfalcone. Sversamento in mare di carburante molto inquinante: è arrivato ovunque, il Comune chiede i danni

Venerdì 26 Agosto 2022
Inquinamento a Monfalcone - Foto di Stadnik da Pixabay

MONFALCONE (GORIZIA)  - La sindaca di Monfalcone ha inviato una richiesta di risarcimento danni per «i danni patiti e patiendi» dal Comune per lo sversamento in mare il 22 agosto scorso, di carburante molto inquinante heavy fuel oil nel bacino portuale e lungo il litorale anche balneabile.

Nella lettera, inviata a SAMER & CO. SHIPPING S.P.A. e al Comandante della nave AL SAAD Dmity Podkolzin nonché alla Zeaborn Ship Management GmbH & Cie KG Ludvwig Erhard, si precisa che «l'esatta quantificazione del danno materiale e non patrimoniale sarà possibile solo all'esito della compiuta consulenza tecnica che verrà disposta, nonché all'esito di ogni ulteriore operazione e di ripristino dell'area».

Il Comune di Monfalcone ricorda che l'incidente ha richiesto l'intervento di Capitaneria di Porto, Protezione Civile comunale e Servizio Tecnico del Comune, e l'attività di ditte specializzate per «arginare e rimediare per quanto possibile allo sversamento di heavy fuel oil, materiale molto inquinante, in prossimità del litorale e delle zone balneabili» senza tuttavia che sia stato «possibile circoscrivere completamente l'area interessata e parte delle sostanze si sono riversate sul litorale». Dunque, lo sversamento ha causato «anche indiretti danni economici e di immagine all'Amministrazione Comunale e alla città tutta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci