Maltempo. Cade la neve sulle montagne: 10 centimetri in Val Zoldana e sulle Prealpi vicentine. Imbiancato anche il Trentino

Martedì 22 Novembre 2022
Maltempo. Cade la neve sulle montagne: 10 centimetri in Val Zoldana e sulle Prealpi vicentine
2

BELLUNO - La burrasca invernale che oggi ha colpito il Nord Italia ha portato la prima forte nevicata della stagione sulle Dolomiti venete. Il manto bianco ha raggiunto finora uno spessore variabile tra i 15 e i 50 centimetri. I fiocchi bianchi caduti su Cortina, Falcade, e molti altri centri del Cadore e dell'Agordino. Neve, ma dai 1.300 metro di quota in su, anche sull'altopiano di Asiago. Sul massiccio della Marmolada, già interessato due giorni fa da una veloce bufera, è stato un'altra giornata di neve e forte vento, con raffiche - riferisce la rete di rilevamento 'marmoladameteo.it' - fino a 77 km orari e una temperatura di -10 gradi. Sulla vetta, a Punta Penia, 3.343 metri, la neve ha raggiunto il mezzo metro; 25 cm a Passo Fedaia, 30 sul Passo Sam Pellegrino.

Fenomeni più intensi nella Val Zoldana e in alcune parti delle Prealpi vicentine dove sono caduti 10 centimetri di neve. Dai 6 agli 8 centimetri invece tra Alleghe e Falcade. Infine, 7 centimetri sul Monte Piana, al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo e del lago di Misurina.

Secondo l'Agenzia regionale per l'ambiente del Veneto, il tempo è in prevalenza perturbato con precipitazioni estese, a tratti forti, con quantitativi di precipitazioni in genere consistenti e in alcuni casi abbondanti sulle zone centro-orientali. Il rinforzo dei venti è definito marcato, inizialmente di Scirocco, poi da nord o nord-est, a tratti anche forti sia su pianura e costa che sui rilievi, con possibili raffiche anche molto forti.

Nevica anche in Trentino

La prima neve di stagione ha imbiancato i rilievi del Trentino e raggiunto, in alcuni casi, anche il fondovalle, sotto i 500 metri di altitudine, come è avvenuto a San Cristoforo di Pergine Valsugana. La Provincia di Trento sta monitorando la situazione e al momento non si registrano criticità. In caso di necessità, è prevista l'attivazione dei posti di presidio già individuati lungo la rete stradale provinciale, per consentire il passaggio dei soli veicoli equipaggiati con idonea attrezzatura invernale. 

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 08:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci