Venerdì 23 Agosto 2019, 11:11

Spiaggia fascista, la Procura apre inchiesta sulla "cacciata" della turista di colore

Gianni Scarpa. Spiaggia fascista, la Procura apre inchiesta sulla

di Nicola Munaro

SOTTOMARINA (CHIOGGIA) - Un'inchiesta a modello 45, senza cioè un reato né tantomeno un indagato, è stata aperta dal procuratore aggiunto di Venezia, Paola Mossa, su quanto successo a Ferragosto alla spiaggia Punta Canna di Sottomarina, dove due donne (di cui una di colore) si sono allontanate per via degli inni al fascismo e a Mussolini lanciati dall'ex gestore della spiaggia, Gianni Scarpa, dalla torretta e dall'altoparlante di Punta Canna.

COSA E' SUCCESSO Spiaggia "fascista", Scarpa di nuovo nei guai: «Io veneta di colore "cacciata" con musiche diffuse dal megafono». Lui nega

Come detto Scarpa al momento non è indagato e non gli viene fatta nessuna contestazione formale.
Il fascicolo aperto dall'aggiunto Mossa ha al suo interno soltanto la relazione dei carabinieri di Chioggia, chiamati a Ferragosto dalle due donne, dopo che avevano abbandonato lo stabilimento - tra i più noti di Sottomarina - dove si
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spiaggia fascista, la Procura apre inchiesta sulla "cacciata" della turista di colore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-08-27 05:43:33
Assurdo!
2019-08-23 14:28:58
Che sia una forma di pubblicità?????
2019-08-23 14:04:37
Certo che le "procure" oltre alle macchinette del caffè non sanno più come far passare la giornata.....se vincono pd-5* potete pure andare in ferie......
2019-08-23 13:48:08
Non sono veri fascisti! In eritrea andavano solo con le prostitute di colore...
2019-08-23 12:32:53
... seppur virgolettata la sentenza è già scritta.. guai ai vinti..