Corteo "no green pass" sabato 6: la questura accorcia i tempi e impone prescrizioni. Braccio di ferro sul servizio d'ordine

Venerdì 5 Novembre 2021
Corteo no green pass dei giorni scorsi
1

TRIESTE - Il coordinamento NoGreenPass Trieste ha presentato il preavviso per un corteo da tenersi sabato 6 novembre dalle 15 alle 21, che attraverserà le principali vie del centro cittadino. A seguito delle determinazioni assunte in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il questore di Trieste ha adottato un provvedimento, ai sensi dell’art. 18 Tulps, che consente all’autorità di Ps di prescrivere agli organizzatori modalità di tempo e luogo alla manifestazione. Pertanto la Questura ha ridotto l’orario di svolgimento del corteo, consentito dalle 15 alle 180 di sabato 6 novembre, oltre a rimodulare e ridurre l’itinerario, al fine di evitare il transito dei manifestanti nei pressi di obiettivi ritenuti sensibili. Ma sulle prescrizioni della Questura è braccio di ferro: gli organizzatori hanno fatto sapere di non volere istituire un servizio d'ordine di personale addetto ai controlli del manifestanti.

Il percorso deciso dalla questura

Il percorso, secondo quanto prescritto nel provvedimento, dovrà essere il seguente: Piazza della Libertà, Corso Cavour, Riva 3 Novembre, via Mazzini, Piazza Goldoni, via G. Carducci, Piazza Oberdan, Piazza Dalmazia, via Ghega, Piazza della Libertà. Inoltre, in attuazione dell’ordinanza del sindaco di Trieste, agli organizzatori della manifestazione è stato prescritto di adottare le opportune misure finalizzate a garantire il rispetto del distanziamento interpersonale e l’uso della mascherina da parte dei partecipanti, attraverso la presenza di specifico personale addetto al controllo. Gli addetti dovranno mantenersi in continuo contatto con gli operatori di polizia per segnalare eventuali comportamenti inosservanti delle prescrizioni imposte dagli organizzatori per lo svolgimento della manifestazione. Eventuali sanzioni amministrative potranno essere irrogate anche attraverso l’identificazione ed il riconoscimento a mezzo di videoriprese della polizia scientifica, con successiva notifica alla residenza o al domicilio dei trasgressori.

Organizzatori: «No servizio d'ordine»

In assenza di un «servizio d'ordine» alle manifestazioni, come obbligato dalla ordinanza del sindaco Dipiazza, non scatteranno solo sanzioni amministrative, ma anche denunce per manifestazione non autorizzata. Si profila quindi anche in questo caso un risvolto penale per gli organizzatori del corteo del Coordinamento No Green Pass Trieste, previsto domani nel capoluogo giuliano dalle 15. Infatti hanno annunciato in una nota nel pomeriggio l'intenzione di non istituire un servizio d'ordine e di controllo. Oggi inoltre il questore di Trieste, Irene Tittoni, ha previsto una modifica del percorso e dell'orario della manifestazione il cui mancato rispetto sarà punito anche con una denuncia.

Ultimo aggiornamento: 20:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA