Treviso. Complicazioni dopo l'intervento, addio a Giulio Marittimi, imprenditore e grande sportivo

Martedì 27 Settembre 2022 di Brando Fioravanzi
Morto l'imprenditore Giulio Marittimi

TREVISO - Sono ore di lutto quelle che sta vivendo in questi giorni la città di Treviso, pronta oggi a salutare per l'ultima volta Giulio Marittimi, scomparso mercoledì pomeriggio a 86 anni in un letto d'ospedale al Ca' Foncello.


STORICO PERSONAGGIO
Grande personaggio dell'imprenditoria trevigiana, in sole due settimane è stato portato via da alcune complicanze di salute che, nonostante un intervento chirurgico apparentemente risolutivo e dal quale sembrava essersi ristabilito, lo hanno debilitato a tal punto nel fisico che il cuore non ha più retto. Storico titolare della Atlantic Sport Villorba srl (società che fino al marzo 2020 aveva in gestione l'ex piscina Arep di via Vazzole), negli ultimi anni Marittimi lavorava per il Gruppo Illiria nell'ambito dei distributori automatici.
Grande cultore di musica classica e di Ennio Morricone, aveva trovato nei viaggi in giro per il mondo e nel golf una bellissima passione, tanto da farne quasi uno stile di vita iniziando a tessere relazioni sociali prima come socio al Golf Club I Salici di Treviso e poi all'Asolo Golf Club di cui era presidente dei Seniores e per il quale era solito organizzare anche diverse gare. Da giovane era poi stato appassionato di caccia oltre che calciatore nel Quinto e, negli anni, pure membro dei Veterani dello Sport di Treviso. Amante della vita e uomo sempre disponibile con tutti, verrà ricordato per la sua allegria e gentilezza nei confronti del prossimo.


IL RICORDO DEL FIGLIO
«Mio padre era una persona forte, determinata, franca, allegra e solare, tutte caratteristiche che fortunatamente mi ha lasciato - lo ricorda il figlio Antonio che del padre ha sicuramente preso la passione per il golf praticato anche a livello agonistico in quel di Asolo - Amico fidato per tutti, aveva sempre pronta una battuta per risollevare ogni tipo di situazione. Per me è sempre stato un punto di riferimento importante, una spalla su cui contare per raggiungere gli obiettivi. Il suo ricordo resterà indelebile nella memoria di tutti, soprattutto nella mia e in quella di mia madre visto che lo abbiamo accompagnato fino alla fine. Sono sicuro che ora mi guarderà dall'alto e per questo voglio renderlo orgoglioso anche perché, purtroppo, se ne è andato un po' troppo presto». Giulio lascia nel dolore la moglie Lucia e i figli Antonio, Maria Sole e Francesca. Il funerale avrà luogo oggi, 27 settembre, alle 11 nella chiesa parrocchiale di Santa Bona partendo alle ore 10.45 dalla Casa Funeraria Cof di via Cittadella della Salute. Prima delle esequie Marittimi potrà essere salutato, in una saletta dedicata, dalle 8.30 fino all'orario di partenza del corteo funebre. Dopo la cerimonia seguirà la sepoltura nel cimitero di Santa Bona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA