Ristorazione e benessere, la sfida di Aurora e Carlotta: quando la voglia di fare è più forte della crisi

Domenica 25 Settembre 2022 di Alessandro Garbo
Ristorazione e benessere, la sfida di Aurora e Carlotta: quando la voglia di fare è più forte della crisi

ROVIGO - Più forti della crisi, più forti degli effetti della pandemia, più forti dei rincari shock sulle bollette. Sono gli imprenditori coraggiosi che, in queste settimane, hanno scelto di aprire nuove attività a Rovigo, puntando sulla ristorazione, la bellezza e l’efficacia e cercando di introdurre qualcosa di inedito per la città.

ESTETICA

Aurora Franceschetti e Carlotta Libralon sono due ragazze polesane che si sono conosciute alla Scuola di estetica, condividendo la stessa passione poi sfociata in un lavoro. E assieme hanno unito le forze per aprire “Atelier”, centro estetico e di benessere in viale Porta Po. «Io e Carlotta abbiamo aperto i battenti lunedì 12 settembre - racconta Aurora Franceschetti - prima facevamo tutt’altro, poi ci siamo conosciute alla Scuola di estetica; siamo state dipendenti in altri centri e abbiamo deciso di intraprendere assieme un nuovo percorso lavorativo. Vogliamo portare un po’ di novità in città, la nostra sembra quasi una spa con un’area dedicata al benessere: le richieste stanno arrivando e non ci possiamo assolutamente lamentare. Abbiamo cominciato a lavorare su questo progetto da oltre un anno, quando non c’erano i rincari sulle spese fisse. Qui prima c’era un negozio di termo-arredo e abbiamo rinnovato completamente il locale. La scelta dei lettini e dell’arredamento è stata fatta per far immergere le clienti in un’oasi di quiete e relax, in un ambiente raffinato quasi termale».


RISTORAZIONE CLASSICA 

Altra novità nella ristorazione a Rovigo. I profumi del mare, abbinati alle specialità pugliesi, sono sbarcati nella frazione di Mardimago grazie al ristorante “Il Giardino dei Sapori”, inaugurato mercoledì sera in via dei Mille e che ha subito ha registrato un boom di prenotazioni. È la nuova sfida culinaria dello chef Vito Brescia, molto conosciuto in città e da oltre 25 anni nel mondo della ristorazione. Il cuoco è entusiasta per l’accoglienza che gli hanno riservato la frazione e gli amici: «Un sincero abbraccio a tutte le persone intervenute all’inaugurazione di mercoledì, eravate tantissime. Ringrazio il sindaco Edoardo Gaffeo per l’intervento durante la cerimonia del taglio del nastro, grazie anche a Nadia Romeo e all’assessore Erika Alberghini per la presenza istituzionale. Un ringraziamento agli amici e parenti, ai tanti cittadini rodigini e delle vicine frazioni per la calorosa partecipazione».

RISTORAZIONE ALTERNATIVA

Dopo l’improvvisa chiusura del ristorante giapponese Sushiko, si appresta a tornare a “vivere” l’importante zona ristorazione al piano terra del Bowling Rovigo. A investire nella città, e per la prima volta in Veneto, è l’imprenditore Pietro Rinaldi. L’ex pallavolista, libero di Ravenna, Parma, Cuneo e Modena tra le altre, inaugurerà da ottobre “Aroma - La vera pinseria romana”. Lanciato già con successo in altre regioni d’Italia, sempre abbinato al format bowling Fun City Family e ristorazione, “Aroma” vuole adesso investire nel nord d’Italia e, dopo Rovigo, sta già pensando di ampliare il raggio d’azione fino a Padova. Pietro Rinaldi spiega cosa significa sperimentare i prodotti della pinseria: «La pinsa è una pizza romana fatta con tre farine, soia, mais e frumento, con un’idratazione dell’85% e una maturazione di 72 ore. Ha caratteristiche particolari, che le permettono di essere più digeribile della solita pizza».
«Siamo entrati in contatto con il bowling di Rovigo - continua l’ex pallavolista - e siamo felici di inaugurare una nuova gestione in viale della Cooperazione, in un’area molto frequentata dalle famiglie e dai giovani. Oltre alla “pinsa”, nel menù saranno inserite alcune proposte di cucina legate strettamente allo street food, come ad esempio il “puccia burger”, per offrire alternative. L’apertura dovrebbe avvenire tra una ventina di giorni, stiamo valutando se rimanere aperti solo alla sera o anche durante la pausa pranzo. Il format della pinseria ha già funzionato in altre parti d’Italia: speriamo possa avere successo a Rovigo, la prima apertura del nostro marchio in Veneto».
 

Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 13:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci