Ancora una raffica di furti in casa: ladri in fuga, sassi scagliati contro i residenti

Venerdì 26 Novembre 2021 di Maria Elena Pattaro
Un ladro in azione mentre si avvicina a una casa
4

PREGANZIOL - Ladri scatenati soprattutto nella zona sud della Marca e residenti sempre più esasperati. Se a Mogliano si arriva persino a organizzare le “ronde”, altrove si moltiplicano le segnalazioni nei gruppi social e nelle chat di controllo di vicinato. I topi d’appartamento non solo non mollano la presa nonostante i pattugliamenti rafforzati nella zona di Mogliano e di Preganziol, ma arrivano addirittura a scagliare sassi contro i residenti, “colpevoli” di averli avvistati e messi in fuga

LA SASSAIOLA
E’ successo mercoledì sera in via Arno a Preganziol. Sono circa le 20 quando due malintenzionati forzano il garage di un’abitazione. In casa a quell’ora non c’è nessuno e loro ne approfittano per mettere a segno la razzia. In una manciata di minuti rovistano nelle stanze svuotando armadi e cassetti fino a trovare alcuni monili. Ma nel frattempo scatta l’allarme: le sirene mettono in subbuglio la via. I vicini escono in strada preoccupati e vedono due figure vestite di nero scappare a piedi. «Il vicino ha urlato - racconta Sonia B. -. Questi si sono muniti di un pugno di sassi e glieli hanno lanciati contro». Una sassaiola per guadagnare la fuga. Fortunatamente le pietre non hanno colpito il bersaglio e nessuno è rimasto ferito. Ma l’allerta rimane alta, anzi altissima: nella stessa sera i ladri hanno fatto incursione anche in via Vecellio, con un furto andato a segno e un altro rimasto invece un buco nell’acqua. 

COLPI A RAFFICA
Situazione non molto diversa a Ormelle, dove sempre nella serata di mercoledì ignoti hanno svaligiato un’abitazione arraffando monili e circa mille euro in contanti. Ma è soltanto uno dei tre furti commesse in poche ore. A Roncade hanno colpito invece nella frazione di San Cipriano, in via Longhin, scappando poi attraverso i campi. Lo stesso copione è andato in scena in via Stradazza, dove i malviventi hanno preso di mira abitazioni isolate per poi svignarsela inghiottiti dal buio della campagna. Non è stata risparmiata neppure Carbonera, dove i ladri hanno scorrazzato nella frazione di Vascon. Episodi analoghi sono avvenuti anche a San Polo di Piave, teatro nei giorni scorsi di una raffica di furti sia nelle abitazioni che alle auto in sosta. E anche a Mogliano, zona “caldissima” dove i residenti soprattutto a Zerman sono scesi in strada per passeggiate notturne che non hanno mancato di sollevare critiche e polemiche dato visto che un residente avrebbe portato con sé una pistola. Nelle ultime 24 ore parecchi comuni si sono trovati a fare i conti con bande di ladri che colpiscono soprattutto all’ora di cena e non lasciano scoraggiare né dalla presenza dei proprietari o dei vicini né dal maggior numero di pattuglie schierate instrada nella zona di Mogliano e Preganziol.

I CONTROLLI
Mogliano è sorvegliata speciale alla luce delle recente ondata di furti nelle case e assalti alle ville dei vip (Miotto, Giol e Furstenberg). Per arginare l’ondata di reati predatori l’Arma ha rafforzato il dispositivo di sicurezza contando sull’aiuto di ben due squadre di militari del 4° Battaglione Mestre così da garantire pattugliamenti h24 per tutta la settimana. Finora sono stati identificati soggetti di “interesse investigativo” con precedenti per spaccio e reati contro il patrimonio. Saranno ulteriori accertamenti a capire se la loro presenza c’entra con i furti in atto.

Ultimo aggiornamento: 16:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA