Sacile. Aggressione al luna park, 17enne picchiato dal branco: fermati in tre

Lunedì 3 Ottobre 2022
Sacile aggressione al luna park, fermati in tre

SACILE - Aggressione al luna Park di Sacile: beccati tre colpevoli. Il 19 marzo scorso, verso le 18:30, diverse pattuglie della compagnia dei Carabinieri di Sacile sono intervenute presso il luna park dopo la segnalazione di una rissa che aveva coinvolto circa 50 giovani. Uno di questi, un 17enne residente a Gaiarine, era stato poi portato al Pronto Soccorso pediatrico dell’ospedale civile di Pordenone per una frattura delle ossa nasali con prognosi di 30 giorni. La ricostruzione effettuata dai Carabinieri ha permesso di individuare, tra il folto numero di ragazzi, tre giovani responsabili delle lesioni riportate dal 17enne di Gaiarine. Si tratta del 19enne E.M. di Godega Sant’Urbano, del 20enne F.T. residente a Porcia, e di un 17enne residente a Fiume Veneto. I tre sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Pordenone e alla Procura per i minorenni di Trieste per i reati di violenza privata e lesioni gravi in concorso.

Le indagini

I controlli sono stati avviati immediatamente dai militari attraverso la visione di filmati estrapolati sia da telecamere di videosorveglianza sia da cellulari unita alla testimonianza di decine di giovani presenti al momento dell'aggressione. Dalle indagini è emerso che la lite sia nata da due avvenimenti accaduti nei mesi precedenti sempre a Sacile, nei quali il 17enne avrebbe percosso suoi coetanei provenienti dalla Provincia di Treviso. Il 19 marzo, quindi, numerosi ragazzi provenienti da Pordenone, Conegliano e Vittorio Veneto si sono trovati al luna park di Sacile con l’intento di dare una lezione al giovane di Gaiarine. Dopo averlo individuato tra gli altri ragazzi, lo hanno aggredito, colpendolo con pugni, schiaffi e calci mentre altri giovani riprendevano la scena con i loro cellulari. Dai filmati si nota come la vittima ha tentato più volte di sottrarsi ai suoi assalitori cercando di scappare ma senza riuscirci perché intercettato, trattenuto e picchiato più volte. Vedendo le pattuglie, tutti gli aggressori si sono dati alla fuga.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci