Piancavallo, un'estate coi fiocchi. Ma per l'inverno c'è l'incubo bollette

Sabato 17 Settembre 2022 di Enrico Padovan
Piancavallo, un'estate turistica coi fiocchi. Ma l'inverno è un incubo bollette

AVIANO - «Si è conclusa una stagione indubbiamente positiva». Così l'assessore al turismo di Aviano, Andrea Menegoz, ha esordito nel tirare le somme della stagione estiva, la prima veramente libera dalle restrizioni legate alla pandemia. «Ci siamo attivati sin dai primissimi mesi di insediamento per aprire un dialogo con gli operatori. Ora che la stagione si è conclusa, provvederemo a incontrare i portatori d'interesse insieme al personale di Promoturismo per condividere gli obiettivi di sviluppo del Piancavallo».

L'AMMINISTRAZIONE

«Va detto che l'impegno degli operatori economici e la situazione creatasi intorno al Covid hanno dato un passo di sviluppo al turismo di prossimità - prosegue Menegoz -. L'impegno dell'amministrazione vuole andare nella direzione di riuscire a mantenere sul territorio tutti quei turisti che negli ultimi anni hanno scelto il Piancavallo. Vogliamo far crescere la località turistica su due binari: sportivo e inclusivo. Due strade che possono ovviamente anche incontrarsi. Uno dei primissimi eventi che ci ha visti coinvolti come amministrazione, quello con i ragazzi di "Mio figlio ha una quattro ruote", con le loro famiglie e con i medici del Policlinico di Milano testimonia che Piancavallo può perseguire questa linea di sviluppo, e noi metteremo massimo impegno affinché avvenga».

GLI OPERATORI
«A livello turistico è stata un'ottima stagione - conferma l'imprenditore Ippazio Ciardo -. C'è stata una netta ripresa anche del settore alberghiero, grazie alle famiglie e al mondo sportivo. I quindici giorni dei Campionati italiani di pattinaggio a rotelle hanno portato sull'altopiano 600 persone al giorno e anche dall'estero si è ricominciato a vedere qualcosa. Il meteo ci è stato favorevole, gli eventi sono stati tutti molto seguiti e anche i pendolari si sono fatti vedere in ottime quantità. Anche il settore immobiliare continua ad essere molto attivo: c'è grande richiesta di affitti e vendite». In tutto questo, tuttavia, c'è un neo che rischia di rovinare tutto: «Stiamo spendendo la gran parte dei nostri ricavi in energia - fa notare Ciardo -. Stanno arrivando delle mazzate non indifferenti. L'inverno che ci attende, visto che dovremo riscaldare le strutture, si preannuncia difficilissimo da affrontare, nonostante le tantissime richieste che stanno arrivando dall'estero e dalle scuole. Gli alberghi hanno visto triplicare le proprie spese per l'energia. Non possiamo risolvere singolarmente il problema: c'è bisogno di risposte dalla politica regionale o nazionale».

LA PRO LOCO
«Siamo molto contenti di quest'estate - aggiunge il presidente della Pro Piancavallo, Andrea Lodola - Siamo riusciti a concentrare tutti gli eventi a cavallo tra fine luglio e inizio agosto, in un arco temporale di lavoro ristretto ma intenso. Le manifestazioni che abbiamo organizzato hanno raccolto risultati ottimi, sia in termini di partecipazione che di riscontro del pubblico e visibilità». La grande novità dell'estate 2022 è stata il Cammino del Piancavallo: è intenzione, di comune accordo con le autorità ecclesiastiche che sono state entusiaste del pellegrinaggio, tramutare l'appuntamento in un evento fisso da ripetere di anno in anno. «Questa domenica - anticipa Lodola - si riunirà l'assemblea ordinaria dei soci della Pro loco per approvare il bilancio e presentare una bozza del programma invernale, il cui focus ruoterà intorno ai mercatini di Natale. È un progetto a cui lavoriamo da tempo e che speriamo possa avere una svolta ancor più positiva rispetto all'anno scorso».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci