L'albero di Natale arriva dalla Toscana, conto "salato" per il Comune. Il sindaco: «Non decidiamo noi dove comprarlo»

"Lo Stato ci mette a disposizione il Mepa e i nostri acquisti vanno fatti lì"

Martedì 29 Novembre 2022 di Denis De Mauro
Cordenons, albero di Natale arriva dalla Toscana

CORDENONS - Natale è ormai alle porte ed anche Cordenons fa i suoi preparativi. Ad esempio, ai primi giorni del mese entrante arriverà in paese l'albero di Natale che andrà a decorare la nuova piazza che si verrà a creare a Sclavons quando saranno conclusi i lavori in corso per la nuova rotonda, lungo la via omonima. Si tratta di un abies nordmanniana che il Comune ha ordinato in Toscana e che dovrebbe misurare, questa la richiesta degli uffici, tra gli otto e i nove metri d'altezza. Per la precisione troverà posto nello spiazzo di fronte all'Istituto d'arte Galvani. Comprare un abete in Toscana, precisamente dalla provincia di Arezzo, farlo trasportare fino in Friuli Venezia Giulia e posizionare a Sclavons ha ovviamente un suo costo: 1.200 euro più Iva al 10%, per un totale di 1.320 euro. Nonostante la cospicua spesa, non è però il caso di gridare allo scandalo.
L'abete che diventerà l'albero di Natale della nuova piazza costa parecchio ed il buonsenso avrebbe voluto lo si acquistasse sulle nostre montagne, ma la legge parla chiaro. «Non possiamo decidere noi come amministrazione comunale dove comprarlo - spiega il sindaco Andrea Delle Vedove - Lo Stato ci mette a disposizione il Mepa, una sorta di mercato virtuale dei fornitori della Pubblica Amministrazione e i nostri acquisti vanno fatti li, per via telematica».
Mepa è infatti l'acronimo di Mercato Elettronico per la Pubblica Amministrazione ed è gestito dalla Consip. La sua esistenza serve probabilmente ad evitare sovraprezzi di cortesia, chiamiamoli così, o inopportuni acquisti dagli amici, e secondo il gestore, propone prezzi molto concorrenziali, dato che messi tutti insieme i Comuni italiani diventano un ottimo cliente. Non sempre le amministrazioni locali risparmiano, evidentemente. Nel caso dell'albero di Natale, la prassi da seguire finisce col farlo costare più di quanto il Comune avrebbe potuto spendere qui in zona, non fosse altro per il trasporto dalla Toscana al Friuli. La burocrazia colpisce poi nuovamente rincarando la dose di altri 500 euro. Anche in questo caso, c'è una spiegazione logica. Attrezzare quella che i documenti comunali continuano ad indicare come punta di abete e che di fatto sarà un albero grosso ed alto, necessita di cautele, sai mai che rovini il Natale di qualche automobilista di passaggio precipitandogli sul cofano. Così la legge prescrive anche la Redazione di una relazione di verifica della staticità e collaudo relativo alla posa in opera da richiedere ad un professionista.
L'albero sarà collocato in un pozzetto e tutto dev'essere giustamente realizzato con i dovuti crismi di sicurezza. Sono dunque altri 507 euro Iva e collaudo compresi. «I Vivai Monte Falterona di Pratovecchio Stia forniscono gli abeti a tre quarti dei comuni della nostra regione, non solo a noi» precisa il sindaco.
In effetti, oltre il 90% degli alberi che si vendono a dicembre in Italia arrivano da poche coltivazioni vivaistiche specializzate che si concentrano nelle zone di Arezzo e Pisa in Toscana, ma anche in Veneto e Friuli Venezia Giulia. L'abies nordmanniana è originario del Caucaso e per le sue fattezze è proprio l'albero di Natale più classico, quello che tutti abbiamo disegnato almeno una volta da bambini. L'acquisto cordenonese si ripagherà nel tempo, dato che è pianta particolarmente longeva e capace di arrivare anche a 60 metri d'altezza. Pare che quelli della ditta aretina siano tra i più belli coltivati in Italia, ma questo lo confermeranno o meno i cordenonesi, una volta che l'abies nordmanniana sarà stato posizionato nella nuova piazza di Sclavons ed addobbato per bene. Considerato il prezzo, sarà poi il caso di averne buona cura.
 

Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 11:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci