Si tuffa dal ponte nel lago del Corlo: grave 21enne, recuperato col pedalò

Mercoledì 1 Luglio 2020
Il lago del Corlo

ARSIÈ - Si tuffa dal ponte nel lago del Corlo e resta ferito: paura per un 21enne trevigiano. È accaduto ieri pomeriggio quando ad Arsié è arrivato l'elicottero da Treviso, che ha portato il 21enne di Montebelluna al Ca' Foncello in codice giallo. Si tratta di E.Z. classe 1999 che è stato ricoverato.

E con l'incidente di ieri si riapre la questione tuffi al Corlo, bacino che annette alla valle del Cismon. Una sfida da anni diffusa tra i giovani, tanto che ci sono in rete video di ogni tipo sulle gesta dei vari turisti coraggiosi. Una pratica vietata puntualmente a ogni stagione dalle ordinanze del sindaco, per la sicurezza di tutti. Il giovane ieri si è buttato da ponte nuovo, ma qualcosa è andato storto. Subito dopo il tuffo le sue condizioni sono apparse gravi. Il ragazzo chiedeva aiuto ed è stato recuperato con un pedalò sul lago, mentre nel frattempo sono arrivati elicottero e ambulanza. L'autolettiga ha prelevato stabilizzato il giovane, poi affidato all'elicottero arrivato da Treviso e al campo sportivo. Le condizioni non desterebbero preoccupazione, ma l'accaduto pone ancora una volta al centro dell'estate sul lago di Arsiè i pericolosi tuffi vietati. 

Ultimo aggiornamento: 11:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA