Suicida a 13 anni, senza un perché
È il terzo caso in meno di un mese

Giovedì 15 Febbraio 2018
Un'immagine del quartiere Pertini a Mestre
18

MESTRE - Per gli inquirenti è l’equivalente di una morte bianca, quella che uccide un neonato nella sua culla. Non per le modalità, ovviamente, ma per la frustrazione di non poter trovare una spiegazione. Un altro suicidio, un altro minore, questa volta di 13 anni, che si è tolto la vita senza un perché. Ed è il terzo caso in meno di un mese.

L’unico legame con i casi precedenti: il ragazzino conosceva il 14enne che si era ucciso mercoledì 7 febbraio. Il fratello del 13enne, infatti, era un amico del ragazzino di Marghera. Tanto che ieri mattina lui e la madre erano andati al suo funerale. L’allarme è scattato non appena sono tornati a casa, in Rione Pertini, dalla cerimonia funebre e hanno trovato il ragazzo impiccato. Volanti e Suem sono arrivati a sirene spiegate: i medici del pronto soccorso hanno provato a lungo a rianimare il 13enne, ma non c’è stato nulla da fare. 
 
 

Sono attivi alcuni numeri verdi a cui chiunque può rivolgersi per avere supporto e aiuto psicologico:
Telefono Amico 199.284.284
Telefono Azzurro 1.96.96
Progetto InOltre 800.334.343
De Leo Fund 800.168.768

Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA