Lunedì 15 Luglio 2019, 15:30

Tragedia di Jesolo. Riccardo, il lavoro e il calcio. Poi l'amore con Giorgia

PER APPROFONDIRE: incidente, jesolo, riccardo laugeni
Riccardo, il lavoro e il calcio. Poi l'amore con Giorgia

di Fabrizio Cibin

Riccardo Laugeni, uno dei quattro giovani tragicamente deceduti nell'incidente di Jesolo. Ventidue anni, era il primogenito del Luogotenente Marco Laugeni, vice comandante della stazione dei Carabinieri di San Donà di Piave. Dopo avere seguito il percorso formativo al Centro Professionale Don Bosco, aveva trovato lavoro al negozio Calvin Klein, all'interno del McArthurGlen, l'outlet di Noventa di Piave. Da un paio di mesi lavorava come operaio in una ditta di impianti elettrici per frigoriferi di Marghera. Era fidanzato con Giorgia Diral, la giovane di Musile unica sopravvissuta dell'immane tragedia. Aveva giocato a calcio nel Musile: un terzino, all'occorrenza anche centrale, molto promettente. Amante del calcio, era tifoso del Venezia e andava spesso a vedere la partita al
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tragedia di Jesolo. Riccardo, il lavoro e il calcio. Poi l'amore con Giorgia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti