Guardia aggredita dai ladri in casa: «Non avevo la pistola, avrei sparato»

Martedì 28 Febbraio 2017 di Nicola De Rossi
12
MARTELLAGO - Aggredito, picchiato e minacciato in camera da letto. Torna l'allarme criminalità a Maerne dove, domenica, due ladri sono penetrati in casa di una guardia giurata, che ha reagito. Sono le 19 quando una coppia di predoni, forzata una finestra, entra in un appartamento al piano terra di una palazzina di via don Berti, credendo che non ci sia nessuno. Frugano un po' e poi aprono la porta della camera matrimoniale: qui sta riposando il proprietario, 34 anni, guardia giurata, che, sentiti dei rumori, si sta alzano dal letto. «Avevo anche pensato di prendere la pistola e non avrei esitato a sparare» - ha raccontato ieri, ancora scosso, con un occhio nero ed ecchimosi al naso e alle braccia. Il 34enne si vede puntare contro una pila da uno dei due malviventi, il più robusto. Sono alti sul metro e 75 e portano un giubbotto, ma di loro non si hanno altri elementi essendosi svolto tutto al buio. Dopo un istante di sorpresa reciproca, «il ladro si è avventato contro di me con in mano un piede di porco e io mi sono lanciato contro di lui per difendermi»...
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci