Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Jesolo, rissa in piazza Mazzini: dopo le coltellate si schierano gli steward

Martedì 31 Maggio 2022 di Giuseppe Babbo
Piazza Mazzini, dopo le coltellate si schierano gli steward

JESOLO - Sicurezza pubblica, da domani tornano il progetto Spiagge Sicure e gli steward in piazza Mazzini. Dopo la rissa di sabato notte, sulla quale stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di San Donà acquisendo anche altre immagini di videosorveglianza, il Comune alza il livello dei controlli. Del resto prima ancora di questo episodio era stata accolta una richiesta di contributo da parte del Comitato Mazzini per la predisposizione di un servizio di vigilanza notturna nell'area della piazza dall'1 giugno al 28 agosto. Gli addetti saranno operativi dal venerdì alla domenica e nelle notti dei giorni festivi, da mezzanotte alle 6 del mattino successivo.


SORVEGLIANZA
L'obiettivo di tale servizio è quello di fare da deterrente a episodi di scontri e atti di vandalismo in genere. E non a caso la delibera di giunta che assegna il contributo, evidenzia infatti in un passaggio che piazza Mazzini da diversi anni è luogo di aggregazione di giovani provenienti da tutto il Triveneto e spesso durante i weekend nella stagione estiva si riscontrano disordini e scontri con gravi conseguenze per le attività presenti in zona e residenti. Fino al 15 settembre, sulla spiaggia, ci sarà il progetto Spiagge Sicure che coinvolge gli agenti del Comando di Polizia locale: in ogni servizio saranno impegnati 4 agenti suddivisi in due pattuglie, o multipli di 4, più un ufficiale o un addetto al coordinamento. Tra gli obiettivi del progetto, come indicato ancora in delibera, c'è quello di prevenire e contrastare il degrado urbano sull'arenile e il fenomeno dell'abusivismo commerciale, nonché le situazioni che costituiscono intralcio ai pubblici spazi o che alterano il decoro urbano, tenendo conto che nel corso degli ultimi anni il fenomeno dell'abusivismo commerciale ha subito una forte evoluzione per cui dalla presenza di singoli venditori si è passati a veri e propri gruppi ben organizzati e a volte aggressivi.


IL SINDACO
«Stiamo continuando a investire in sicurezza spiega il sindaco Valerio Zoggia -, per i nostri cittadini e gli ospiti che si riversano a Jesolo già a partire da questo periodo. Dobbiamo prevenire e bloccare sul nascere episodi di violenza e degrado, collaborando con le altre forze dell'ordine. Continuiamo a farlo come ogni estate, mettendo in campo tutti gli strumenti di cui disponiamo e dedicando importanti risorse a questo capitolo. Con le città balneari continuiamo a chiedere al prefetto un'attenzione speciale nella bella stagione e rinforzi per assicurare un'estate sicura».


LA POLEMICA
Intanto la rissa di sabato notte è motivo di scontro politico: «In piazza Mazzini dicono Salvatore Esposito, Fernando Lazzaretto e Gianfranco Ambrosin di Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana e Leu si è arrivati all'accoltellamento tra gruppi di giovani e c'è chi propone di chiudere la piazza. Non si comprende che in questo modo il problema verrebbe solo spostato in un altro punto. Magari a breve verrà proposto anche l'esercito: mai nessuno che analizzi le cause».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci