Coppia morta sulla Romea: tornavano da Venezia che Concetta non aveva mai visto e stavano andando dal figlio

Lunedì 6 Dicembre 2021
Concetta Bilardi e Carlo Cavaleri di 48 e 51 anni
2

MARGHERA - Sono stati traditi dall’amore per Venezia, la città che Concetta Bilardi, moglie di Carlo Cavaleri, non aveva mai visto nonostante avesse vissuto per anni a Marghera. La coppia, 51 anni lui e 48 lei, tornava da una giornata di vacanza ed era diretta a Milano, dov’era attesa dal figlio Francesco, 22 anni, quando è avvenuto lo schianto lungo la Romea.

Chi sono

Originario di Gela, in Sicilia, la vittima che viaggiava a bordo di un’Alfa Romeo Gt aveva lavorato nell’indotto della raffineria della sua città fino al 2015, quando la crisi aveva costretto alla chiusura la ditta per la quale lavorava. E il lavoro l’aveva portato a Marghera, dove Cavaleri era stato impiegato nel settore dei servizi portuali. Un lavoratore in trasferta come migliaia di colleghi impiegati nei vicini cantieri navali o nell’indotto delle aziende della zona industriale per le attività di manutenzione degli impianti. Con lui altri colleghi avevano seguito la stessa strada, trovando casa e lavoro in provincia. Da qualche tempo però Cavaleri aveva trovato lavoro a Milano. E nel capoluogo la coppia doveva trascorrere il ponte dell’Immacolata assieme al figlio e alla sua fidanzata.

A Marghera

A Marghera, dove avevano vissuto per anni, la vittima, come pure la moglie, non erano conosciuti. I loro legami più stretti erano rimasti in Sicilia, a Gela, dove Cavaleri continuava a mantenere contatti, quando il lavoro glielo permetteva. La notizia della tragedia di sabato sulla statale Romea si è subito diffusa nella città siciliana, rimbalzata dai media locali. E decine di persone hanno manifestato attraverso i social il loro dolore per la scomparsa di Carlo e Concetta Cavaleri. Un dolore che in queste ore si accompagna alla vicinanza ai figli Francesco e all’altra figlia, Giorgia, che aveva da poco compiuto 18 anni. (a.fra.)
 

Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 18:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA