Grandi navi, il ministro: «Via al bando per progetti di attracco fuori dalla laguna di Venezia»

Mercoledì 23 Giugno 2021
Il ministro Enrico Giovannini, oggi al question time
2

VENEZIA  - «Al fine di contemperare lo svolgimento dell'attività crocieristica nel territorio di Venezia e della sua laguna con la salvaguardia dell'unicità e delle eccellenze del patrimonio culturale, paesaggistico e ambientale del territorio, l'articolo 3 del decreto - legge n. 45 del 2021 ha attribuito all'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Settentrionale il compito di procedere all'esperimento di un concorso di progettazione articolato in due fasi e avente ad oggetto l'elaborazione di proposte ideative e di progetti di fattibilità tecnica ed economica relativi alla realizzazione e gestione di punti di attracco fuori dalle acque protette della laguna di Venezia ed utilizzabili dalle navi adibite al trasporto passeggeri di stazza lorda superiore a 40.000 tonnellate e dalle navi portacontenitori adibite a trasporti transoceanici».

Lo ha illustrato il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, al question time, spiegando che «in attuazione di detta disposizione, l'Autorità di sistema portuale procederà il prossimo 29 giugno alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea dell'apposito bando di gara». Inoltre «nelle more della realizzazione dei punti di attracco fuori della laguna di Venezia, gli uffici del Ministero stanno approfondendo con l'Autorità di sistema portuale e con gli operatori economici, a vario titolo coinvolti, le modalità attraverso cui realizzare, in coerenza con l'orientamento espresso dal Comitatone nella seduta del 21 dicembre 2020, punti di attracco temporanei nell'area di Marghera, alcuni dei quali già utilizzabili in tempi brevi», ha aggiunto Giovannini. 

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA