Rifiuta i soldi all'accattone, inseguito e rapinato: preso un 22enne trevigiano

Giovedì 13 Febbraio 2020
Rifiuta i soldi all'accattone, inseguito e rapinato: preso in 22enne trevigiano

UDINE - Un giovane di 22 anni, originario di Castelfranco Veneto (Treviso), senza fissa dimora, già noto alle Forze dell'ordine, è stato sottoposto a fermo di indiziato di una rapina commessa la sera del 9 febbraio in piazzetta del Pozzo a Udine ai danni di un passante, strattonato e fatto cadere a terra per sottrargli il borsello.

Lo hanno individuato e fermato i Carabinieri della sezione operativa e radiomobile della Compagnia di Udine che hanno risolto il caso in meno di 24 ore.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, il giovane aveva avvicinato l'uomo, 63 anni, residente in città, in autostazione e gli aveva chiesto con insistenza del denaro. Al suo rifiuto lo aveva aggredito fisicamente e inseguito fino in piazzetta del Pozzo dove gli aveva infine strappato il borsello, strattonandolo violentemente e facendolo cadere al suolo. Soccorso dai sanitari, il malcapitato era stato trasportato in ambulanza in ospedale a Udine dove è stato medicato e giudicato guaribile dalle lesioni riportate con una prognosi di 20 giorni.

Le indagini immediatamente avviate dai Carabinieri hanno consentito di individuare il presunto autore della rapina, grazie agli elementi raccolti attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza dell'autostazione. Il giovane non avrebbe neppure potuto trovarsi nella zona della stazione che gli era stata interdetta a seguito di un "daspo urbano" emesso dal sindaco di Udine e notificatogli appena due giorni prima della rapina. Il ventiduenne è stato fermato e condotto in carcere. All'esito dell'udienza di convalida, il gip ha disposto nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere.

Ultimo aggiornamento: 15:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA