Residente eroe sventa il colpo al bancomat: svegliato dai rumori mette in fuga i banditi

Lunedì 25 Ottobre 2021 di Annalisa Fregonese
Il bancomat del Crédit Agricol presa di mira dai ladri
1

MANSUE' - Residente eroe sventa l'ennesimo assalto ai bancomat. In protagonista è un uomo che abita proprio sopra lo sportello della banca Crédit Agricol, la cui filiale si trova nella centralissima piazza Dall'Ongaro a Mansuè. Ha sentito dei rumori insoliti intorno alle 4 del mattino. Si è alzato dal letto e, affacciatosi alla finestra, ha visto tre uomini che stavano armeggiando attorno allo sportello automatico. Subito ha dato l'allarme, mettendo in fuga i malviventi. Al terzetto non è rimasto che darsi ad una precipitosa fuga, prima che arrivassero le forze dell'ordine. L'uomo, che preferisce mantenere riservate le sue generalità, stava dormendo, quando si è destato all'improvviso perchè ha percepito dei rumori anomali. Si è così affacciato alla finestra. Per vedere, con sgomento, almeno tre uomini con i volti travisati che stavano nella piazzetta antistante l'istituto bancario.


SONNO LEGGERO

«In un primo momento ho pensato volessero assaltare il tabacchino» racconta. Accanto alla filiale bancaria c'è infatti la storica tabaccheria del paese. «Invece -prosegue- dopo averli osservati un attimo mi sono reso conto che stavano puntando allo sportello automatico. Mi sono messo a gridare: andate via altrimenti chiamo i carabinieri. Uno di loro, che teneva in mano un estintore, si è voltato verso di me urlandomi di tornare dentro. Ho ripetuto: andate via, adesso chiamo i carabinieri». Senza indugio il residente ha composto il numero del pronto intervento. Ai malviventi non è rimasto altro che darsela a gambe con le pive nel sacco. Sono balzati su un'automobile di colore scuro, allontanandosi a tutta velocità. Allertati dalla chiamata, sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Conegliano. I militari hanno constatato come i tre banditi avessero reso inutilizzabili le telecamere a circuito chiuso dell'istituto di credito, con l'intento di procedere poi alla forzatura dello sportello automatico. «I carabinieri -prosegue il residente nel suo racconto- mi hanno spiegato che un ladro teneva in mano l'estintore da attivare in caso di arrivo delle forze dell'ordine. Creando così fumo e confusione, per consentire ai complici di guadagnare qualche secondo. Mi hanno parlato in italiano, ma dall'accento ritengo fossero stranieri». Le indagini sono tuttora in corso. «Sono davvero contento che il colpo sia stato sventato -commenta il sindaco Leonio Milan- Questo cittadino si è comportato in modo esemplare allertando subito le forze dell'ordine».

PREPARAZIONE IMPECCABILE

Sembra comunque che i banditi sapessero il fatto loro: aver disattivato il sistema di videosorveglianza della banca dà indicazioni piuttosto precise sulla loro professionalità. Inoltre avevano scelto l'orario, fra le 3 e le 4 del mattino, quando le persone sono in una fase di sonno profondo e nella maggior parte dei casi non si svegliano. Nonostante il colpo fosse stato studiato alla perfezione, l'imprevisto, sotto forma di un cittadino attento e reattivo, ha sventato tutto. Il luogo, peraltro, di giorno è molto frequentato sia da persone che si recano alla banca, che alla tabaccheria e all'asilo nido Il Delfino. Se l'assalto fosse avvenuto, con i relativi danni, ci sarebbero stati disagi per tutti. Ma non è accaduto.
 

Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA