Strani rumori all'alba, si svegliano di notte e scoprono chi passeggia sul loro tetto

Giovedì 17 Giugno 2021 di Francesco Campi
TEMPIO BEATA VERGINE DEL SOCCORSO I tre minorenni immortalati all'alba sul tetto della chiesa
1

ROVIGO - Era l’alba, le 5 passate da poco, qualcuno si stava già svegliando per andare a lavorare. Tre ragazzetti, che invece dovevano ancora andare a letto dopo una notte di bagordi, hanno pensato (male) di arrampicarsi sulle impalcature che circondano la Rotonda per i lavori di restauro e consolidamento del porticato e di iniziare una passeggiata sul tetto di uno dei monumenti simbolo di Rovigo. Dimostrando, oltre a una scarsa capacità di rendersi conto dei pericoli, anche un infimo rispetto per il patrimonio della propria città. Ma il loro grado di educazione e maturità è emerso poco dopo: un residente della piazza, infatti, vedendoli lassù li ha invitati a scendere, ricevendo in cambio una bordata di “vaffa”. Urla che nel silenzio generale sono rimbombate nell’anfiteatro naturale formato da piazza XX Settembre. E sono stati in parecchi, chi già sveglio e chi svegliatosi per il vociare, che si sono affacciati a vedere cosa stesse accadendo, quasi non riuscendo a credere ai propri occhi.

TESTIMONI INDIGNATI
«Siamo oltre l’immaginabile, perché oltre il livello di sopportazione eravamo andati da tempo: non è accettabile la totale mancanza di rispetto, non solo del luogo, ma anche delle persone che ci vivono», commenta amaro uno dei residenti. 
In questi giorni, fra la fine del coprifuoco, l’arrivo della bella stagione e la conclusione delle scuole, la piazza è tornata a popolarsi di giovani e giovanissimi. E, per la legge dei grandi numeri, all’aumentare delle presenze, aumenta anche la quota di imbecilli. 
«La situazione è insostenibile – sottolinea una signora, le cui finestre si affacciano sulla piazza -. Più di una volta chi ha provato a chiedere di fare meno rumore è stato insultato e minacciato. Questo ultimo episodio dimostra il livello di maleducazione e incoscienza, ma non è un fatto isolato. Basta guardare a quanti, maschietti e femminucce, ogni giorno utilizzano il muro accanto al campanile come se fosse un vespasiano». 
In effetti, un fatto che avviene continuamente. Il 30 maggio di un anno fa, addirittura, una ragazzina aveva urinato nel portico della Rotonda. In quel caso, le riprese delle videocamere avevano portato i carabinieri a recapitare ai suoi genitori una sanzione da 3.333 euro. Ora il Tempio della Beata Vergine del Soccorso è avvolto dalle impalcature e, per i più stupidi, si aprono le porte per nuove trovate idiote. Come quella di un ragazzetto, visibilmente ubriaco, che sabato scorso ha preso una grossa pietra dal cantiere di Open Fiber per scagliarla contro le impalcature. E, all’alba di ieri, il terzetto di cretini, saliti sul tetto. 

COINVOLTO IL SINDACO
Un fatto che ha portato il capogruppo di opposizione Antonio Rossini a scrivere nuovamente al sindaco: «Faccio seguito alla riunione di circa tre mesi fa con i residenti di piazza XX Settembre, prima nel suo ufficio e, qualche settimana dopo, anche con l’assessore Bernardinello: da allora, anche se ci sono diverse telecamere ad alta definizione, installate grazie a una mia richiesta alla precedente amministrazione che avviò le pratiche, il degrado, l’inciviltà, gli episodi di vandalismo e microcriminalità, le sfide intimidatorie ai residenti, gli assembramenti con le mascherine abbassate, hanno continuato a persistere. Quando arrivano le forze di polizia, vengono avvistate da lontano e i teppistelli hanno tutto il tempo di dileguarsi impunemente. Sinceramente non comprendo come mai non si pattugli a piedi in borghese la piazza al fine di prendere in flagranza gli imbecilli che continuano ad avere comportamenti illeciti e pericolosi anche sotto il profilo sanitario. Pretendo che, visto che adesso le condizioni lo permettono, si organizzino in piazza XX Settembre eventi culturali-ricreativi per le famiglie. Mentre residenti sono sempre più disperati, tanto c’è chi ha messo l’abitazione in vendita, alle 5.15 del mattino tre ragazzini passeggiano sui coppi del Tempio della Rotonda, verosimilmente danneggiandoli, urlando vaffanculo ai residenti: si abbia il pudore politico di non dire che si sta facendo tutto il possibile perché i risultati non si vedono, anzi. Per ultimo mi chiedo: dove sono i genitori?».

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA