Una famiglia "a pezzi", le due sorelline in case diverse a Natale

Domenica 11 Dicembre 2016 di Nicoletta Cozza
6
PADOVA - Hanno trovato una nuova famiglia a poche ore distanza. Natale, e i giorni delle festività, quindi, li trascorreranno lontane, ma ciascuna con una mamma e un papà diversi, in grado di assicurare la serenità che nelle loro brevi esistenze non hanno mai avuto.
Due sorelline piccolissime, una di due anni e l'altra di qualche mese, infatti, sono state date in affido nei giorni scorsi ad altrettanti nuclei. É un caso singolare che il medesimo destino si sia compiuto per entrambe praticamente nello stesso momento, ma in circostanze completamente diverse e a distanza. Le bimbe sono figlie di una giovane di origine romagnola, ma da tempo trasferitasi a Padova con i parenti. Qui ha con conosciuto un nordafricano dal quale ha avuto le figliolette, ma alla nascita della seconda lui è sparito.
La neo mamma è tornata a casa della madre, una cinquantenne rimasta vedova, che per un periodo si è presa cura delle nipotine e appunto della figlia. Quest'ultima, però, a un certo punto, in disaccordo con la madre, è andata via con la neonata, lasciando con la nonna la primogenita. La signora, anche a causa delle difficoltà economiche aggravate dal fatto che si doveva accollare le spese di mantenimento della piccina rimasta con lei, è andata in depressione, ha iniziato a ubriacarsi e anche a prostituirsi, trascurando la piccolina. I vicini hanno segnalato ai Servizi sociali il caso e la bambina è stata portata a Casa Priscilla e affidata alle cure di suor Miriam Parolin, che da una vita assiste minori in difficoltà. La piccola nel giro di un paio di settimane si è ripresa dalle conseguenze del periodo in cui ha vissuto senza attenzioni, ha ricominciato a sorridere e a giocare con i coetanei, e si è affezionata tantissimo alla religiosa che per lei è diventata una nonna a tempo pieno. A questo punto è intervenuto il Tribunale dei minori che ha deciso di darla in affido a una famiglia e ora si trova con i nuovi genitori, in attesa dell'adozione definitiva: non è escluso, però, che ad adottarla siano le stesse persone a cui è stata data temporaneamente.
Più o meno lo stesso è accaduto alla sorellina, tolta alla madre, caduta nella disperazione dopo l'abbandono del compagno. La giovane, essendo scappata dalla madre e non avendo una casa, ha deciso di vivere border line, dormendo per strada, al freddo sempre con la piccolina appresso. Pure in questo caso è arrivata la segnalazione ai servizi sociali e al Tribunale dei minori, che ha trovato anche per la neonata una famiglia affidataria, dove tra l'altro ci sono altri bambini che l'hanno accolta come il più bel dono di Natale che potessero aspettarsi.  Ultimo aggiornamento: 14:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA