Cortina 2026, si sbloccano le strade del Cadore. Via ai bandi: cantieri a Tai, Valle e San Vito

Martedì 6 Dicembre 2022 di Yvonne Toscani
Cortina 2026, si sbloccano le strade del Cadore. Via ai bandi: cantieri a Tai
1

BELLUNO - Domani, nero su bianco, sulle pagine della Gazzetta Ufficiale, saranno scritte le gare per le tre varianti di San Vito di Cadore, Tai e Valle. Ora, finalmente, dai progetti e dalle teoriche alternative si passa alla fase concreta: quella della realizzazione. L’avanzamento del piano di potenziamento della viabilità di competenza statale, nella provincia di Belluno, si traduce anche con il completamento di quaranta lavori sui 49 (per 63,2 milioni di euro) fissati lungo il fondamentale asse viario della “51 di Alemagna”. 

IL TAVOLO

Le attività aggiornate di Anas (Gruppo FS Italiane), previste nell’ambito del piano straordinario per Cortina ed interessanti tutta la rete bellunese, sono state illustrate ieri mattina dal Commissario di governo per l’attuazione nonché presidente di Anas, Edoardo Valente, nel corso di un incontro organizzato presso il prefettizio Palazzo dei Rettori, alla presenza di tutti gli enti interessati. Il vertice è stato presieduto dal prefetto di Belluno, Mariano Savastano, e vi hanno partecipato il direttore dell’Unità operativa autostrade e infrastrutture della Regione del Veneto, Simone Zanini, il presidente della Provincia, Roberto Padrin, e i sindaci di Cortina, Gianluca Lorenzi, Pieve di Cadore, Giuseppe Casagrande, Valle, Marianna Hofer, e di San Vito, Emanuele Caruzzo.

Domani Anas pubblicherà i bandi di gara, per un valore di 250,2 milioni di euro, per i progetti relativi alle tre varianti ad altrettanti centri abitati cadorini. L’obiettivo sfidante è di completare le lavorazioni sulla viabilità di accesso a Cortina entro tre anni, cioè per il dicembre del 2025.

SAN VITO

La variante di San Vito di Cadore, con un investimento 64,8 milioni di euro, avrà una lunghezza di 2,3 chilometri e si innesterà al tratto della statale “51” esistente mediante la realizzazione di due rotatorie. I lavori comprendono anche la realizzazione del ponte Ru Secco, del viadotto Senes e di quattro gallerie artificiali “antirumore”.

VALLE

La variante di Valle di Cadore, lunga circa 1.100 metri, vede un investimento di 75,6 milioni di euro e si innesterà sulla statale mediante una rotatoria dal lato di Tai e uno svincolo dal lato verso Cortina d’Ampezzo. I lavori prevedono la realizzazione di una galleria lunga circa 600 metri.

TAI

La variante di Tai di Cadore, con un investimento di 109,8 milioni di euro, avrà una lunghezza di 1.160 metri e si collegherà alla “51” ed alla “51 Bis” mediante rotatorie. L’intervento consiste anche nella costruzione di una galleria lunga circa 985 metri.

I CANTIERI

È stato poi evidenziato come i lavori attualmente in corso si svolgano per la maggior parte fuori dalla sede stradale e con ridotto impatto sulla viabilità. Sulle strade statali “51 Bis” e “52 Carnica”, infine, il piano, per un investimento complessivo pari a 31,8 milioni di euro, comprende la realizzazione di 24 interventi di potenziamento, riqualificazione e messa in sicurezza, sette dei quali sono stati ultimati (per 6,4 milioni di euro): due sulla prima arteria e cinque sulla seconda.

IL GOVERNATORE

Gli aggiornamenti e l’annuncio della pubblicazione dei bandi di gara sono stati accolti con una generale diffusa soddisfazione. «Corriamo e stupiremo con effetti speciali», ha affermato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, a margine della presentazione del suo libro “I pessimisti non fanno fortuna" al teatro Franco Parenti di Milano. «Con le opere relative alle Olimpiadi di Milano Cortina 2026 siamo messi bene, stiamo correndo e stiamo investendo».

Ultimo aggiornamento: 07:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci