"Lido di oggi Lido di allora", una storia lunga trent'anni

Mercoledì 6 Agosto 2014

VENEZIA - Da trent'anni accompagna la storia del Lido, con occhio attento, tra passato, presente e futuro. Festeggia un compleanno importante la rivista annuale “Lido di oggi Lido di allora”, che esce con il suo trentesimo numero. Un appuntamento fisso che si rinnova, ogni estate, con i lettori. La “creatura” del professor Giorgio Pecorai - morto nell'aprile del 2009 - prosegue il suo cammino oggi affidata alla figlia Patrizia Pecorai, con la collaborazione di Alessandro Pecorai. E nella rivista si possono ancora leggere articoli inediti del professore, sulla storia del Lido, che il fondatore della rivista aveva preparato prima della sua morte e lasciato “in eredità” a chi era chiamato a portare avanti la sua opera. Per l'occasione del trentesimo numero, sono state riprodotte tutte le copertine delle vecchie riviste, con i relativi sommari degli argomenti trattati, dalla prima fino all'edizione dello scorso anno. Un'altra sorpresa è poi rappresentata da un cd del primo libro scritto da Giorgio Pecorai, che propone il lavoro di ricerca da lui eseguito, con gli insegnanti della sezione F della scuola media “Vettor Pisani”. Libro che riporta il titolo “Appunti per una storia del Lido 1797-1912”. Fu l'inizio della sua passione per l'ex isola d'oro che poi porto alla nascita della rivista. Il numero oggi in edicola (il direttore responsabile è Augusto Pulliero) si avvale della consulenza tecnica di Gino Gabrieli, con foto dello stesso Gabrieli, Annalisa Rossani e altri. Nell'editoriale Patrizia Pecorai ricorda il numero 25 della rivista, l'ultimo con in vita suo padre, in cui ci fu la presentazione dell'allora sindaco Massimo Cacciari. La rivista (edizioni Atiesse) si può acquistare in tutte le edicole del Lido al prezzo di copertina di 9 euro (insieme al cd 15 euro, oppure solo cd 8 euro).
Lorenzo Mayer

© riproduzione riservata