A caccia di sponsor per il verde

Sabato 5 Agosto 2017
A caccia di sponsor per il verde
Le casse di palazzo Tassoni piangono. Dopo il teatro, l'amministrazione Barbujani cerca sponsor anche per la valorizzazione e la manutenzione del verde pubblico. «L'amministrazione comunale intende verificare la possibilità di stipulare contratti di sponsorizzazione al fine di affidare a soggetti pubblici e privati la valorizzazione e la manutenzione di una o più aree verdi» spiega l'assessore ai lavori pubblici Federico Simoni.
Le sponsorizzazioni riguarderanno i giardini Zen (nella foto), Scarpari, Mecenati e Mazzini, le aiuole di corso Mazzini e corso Garibaldi, i giardini interni di palazzo Buzzolla (sede della biblioteca), i giardini del municipio, le diverse fioriere cittadine, le aree verdi attigue a viale Maddalena, la rotatoria di via mons. Pozzato e quella di via Chieppara. «La ricerca di sponsor avverrà attraverso la pubblicazione di un avviso, a scadenza annuale - prosegue Simoni -. Saranno ammessi a presentare la proposta di sponsorizzazione soggetti privati, pubblici ed ogni organismo costituito a termine di legge, purché in possesso dei requisiti di legge per contrattare con l'amministrazione comunale. Chi fosse interessato a realizzare, a proprie spese o a propria cura, queste attività potrà presentare una proposta che potrà riguardare, servizi, attività, forniture, iniziative e lavori, coprendo in tutto o in parte il costo relativo».
La sponsorizzazione potrà consistere sia in un esborso in denaro, sia nell'obbligazione di fungere o trovare uno sponsor. Potranno essere accolte, ad esempio, proposte di sponsorizzazione per valorizzare e manutentare un'area verde, per contribuire alla realizzazione di un'attività di promozione e di cura del verde, o anche in un progetto di nuova sistemazione. La gestione e cura delle aree potrà essere attuata dal Comune, a cui verrà versata dallo sponsor la somma necessaria, o direttamente dallo sponsor o da ditte specializzate nel settore incaricate dallo sponsor. Le proposte che perverranno saranno valutate da una commissione.

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci