Abusi sessuali sulla figlia di 9 anni, arrestato in Germania dopo la fuga

Lunedì 28 Novembre 2022
Abusi sessuali sulla figlia di 9 anni, arrestato in Germania dopo la fuga
1

VICENZA - Si era nascosto in Germania, dopo aver fatto perdere le sue tracce, a seguito di condanna definitiva del Tribunale di Vicenza del 2009, divenuta esecutiva nel 2012, per il reato di violenza sessuale ai danni della figlia, all’epoca dei fatti minorenne. Nell’agosto del 2006, approfittando dell’assenza della madre da casa, S.N., all’epoca 41enne, aveva approfittato della figlia di appena 9 anni, abusando di lei. La denuncia, le indagini e infine la condanna. Sei anni e tre mesi di reclusione. Ma non appena a conoscenza di essere finito sotto inchiesta, l’uomo, di origine non comunitaria si era allontanato, sparendo quasi nel nulla. Le indagini dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Vicenza, però, non si sono mai interrotte. Seguendo le tracce, le indiscrezioni, approfondendo ogni possibile indizio, le donne e gli uomini dell’Arma hanno ricostruito nel tempo gli spostamenti dell’uomo e i luoghi di frequentazione nel corso degli anni, tra l’Austria e la Germania. La ricerca minuziosa ed articolata, avvenuta anche grazie ad attività tecniche, messa in campo appena dopo l’emissione della sentenza di condanna del tribunale di Vicenza, ha permesso di restringere ulteriormente il campo della ricerca, anche incrociando le risultanze investigative con le rarissime apparizioni sui social network. Avuta certezza che il ricercato si era stabilito in Germania, sono state tempestivamente avviate le pratiche per l’internazionalizzazione del provvedimento di cattura da parte dell’Autorità Giudiziaria di Vicenza che nel gennaio 2022 emetteva Mandato di Arresto Europeo. L’intensa attività di collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia e la Polizia Tedesca, ha permesso infine di localizzare precisamente la sua posizione. La scorsa notte, nella cittadina di Amburgo, dopo quasi dieci anni di ricerche, le forze di polizia tedesche hanno bussato alla sua porta, traendolo in finalmente in arresto, in attesa di essere estradato in Italia.

Ultimo aggiornamento: 17:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci