Zaia in diretta, nuova ordinanza da giovedì 26: negozi, ingressi contingentati. Menù e buffet vietati. La domenica resta tutto chiuso

Martedì 24 Novembre 2020 di Beatrice Mani
Zaia in diretta alle 12.30: le ultime notizie sulla pandemia da Covid in Veneto. Nuova ordinanza: cosa cambia?
10

Luca Zaia in diretta oggi, martedì 24 novembre 2020, alle 12.30. E proprio oggi è il giorno in cui è stata presentata la nuova ordinanza del Veneto per contrastare la pandemia da Covid. Il governatore ha illustrato i contenuti esatti del nuovo provvedimento in vigore da giovedì 26 novembre fino al 4 dicembre compreso.

Ieri in Veneto è stato superato il numero massimo di ricoveri registrati a marzo, un segno che il virus non si ferma, tuttavia le terapie intensive continuano a non rappresentare una preoccupazione per la Sanità veneta che, in questa seconda ondata, vede il carico maggiore di pazienti nei reparti di area non critica.

LEGGI E SCARICA LA NUOVA ORDINANZA

Sci e Natale

Intanto, sempre ieri, la polemica si è infammata sul tema dell'apertura o della chiusura degli impianti sciistici per l'imminente stagione invernale. Da una parte le Regioni che hanno già approvato le linee guida per regolamentare assembramenti e code, dall'altra il Governo e l'incertezza per gli operatori del settore. «E' doveroso raggiungere un accordo con il Governo, saremmo gli unici a porre queste auto restrizioni mettendo ancor più in difficoltà la montagna. E sarebbe incomprensibile in un bacino di contagio - quello delle Alpi - del tutto simile: non sciare a Cortina ma farlo in altre località turistiche estere, non è auspicabile», lo ha ribadito oggi il governatore Zaia.

Mondiali di Cortina

«I Mondiali di sci ci sono stati assegnati, non è stata accolta l'istanza di proroga di un anno - ha commentato il rpesidente del Veneto -. Se si faranno e se ci sarà un'emergenza come quella di adesso saranno "a porte chiuse", speriamo invece di farli con il pubblico, adottando linee guida. Per fortuna siamo all'aperto e la distribuzione è su ampi spazi, ma di solito c'è pubblico. Sicuramente quando ci saranno i Mondiali ci sarà anche un Dpcm vigente». 

Ristori

Il nodo ristori continua ad essere al centro del dibattito: «Al momento non ho notizie, ma a mio avviso non sta in piedi la teoria secondo la quale se hai adottato restrizioni regionali non hai diritto a ristori. Se non altro perché venne annunciato questo tema», ha voluto precisare il presidente.

Cashback a Natale fino a 150 euro per spese con la carta (e-commerce escluso): come ottenerlo

Zaia in diretta oggi

 

Il bollettino

Tamponi molecolari eseguiti ad oggi 2 milioni e 698mila, 808mila test rapidi. Positivi 127416 (+2194 nelle ultime 24 ore), isolamento 38412 cittadini (+492), ricoverati area non critica 2452 pazienti (+57), in terapia intensiva 320 pazienti (+14). Morti 3353 (+95 nelle ultime 24 ore). IL BOLLETTINO INTEGRALE  - LEGGI TUTTO

Pressione sugli ospedali

«Abbiamo quasi 2800 persone ricoverate, sicuramente sentiamo la pressione sugli ospedali - ha riferito Zaia - e siamo in una fase nella quale abbiamo dovuto restringere i servizi ospedalieri ordinari in alcuni comuni. Continuiamo con le degenze ordinarie che sono circa 8mila in questo momento, ma la curva sta ancora raggiungendo l'apice e non possiamo permetterci di abbassare la guardia: le regole da osservare sono il distanziamento sociale, evitare assembramenti, non fare raggruppamenti all'aperto e adottare accorgimenti rispetto alle attività commerciali. Andiamo il meno possibile a fare la spesa, ad esempio, e portare sempre la mascherina anche dopo aver consumato nei bar».

 

Nuova ordinanza

«La vecchia ordinanza è scaduta domenica, abbiamo introdotto nuove misure che guardano molto al tema degli assembramenti, ma è in linea con la precedente», ha precisato il presidente del Veneto Zaia prima di leggere i punti del provvedimento. - «Non è escluso un "ritocco" dell'ordinanza nei prossimi giorni». Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, a proposito delle nuove misure anti-assembramento introdotte da oggi. «Abbiamo segnalazioni di negozi pieni dove non ci si gira, e altri che sono chiusi che ci chiedono perché. Se tutti agissero con buon senso e la mascherina non ne parleremmo tutti i giorni. I giovani denunciano assembramenti nei negozi, poi però si ammassano per lo spritz. Chi protesta ricordi comunque - ha concluso - che queste misure ci hanno permesso di rimanere in area gialla, di non chiudere i confini tra i Comuni e di tenere aperti i negozi». 

La nuova ordinanza entra in vigore domani e scade il 4 dicembre.

  • Mascherina sempre

Obbligatorio uso della mascherina fuori casa (eccezione bambini, chi svolge attività sportiva, persone con patologie). L'abbassamento momentaneo per bevande o tabacchi limitato alla consumazione e nel rispetto della distanza di un metro sia seduti o in piedi.

  • Sport

Consentita l'attività sportiva presso parchi pubblici, aree verdi, rurali o periferiche nel rispetto della distanza di almeno due metri. L'attività motoria, come le passeggiate, a un metro di distanza. Escluse queste attività da località turistiche e centri cittadini.

  • Negozi di alimentari

Accesso agli alimentari consentito a una persona per nucleo familiare (salvo minori e persone con disabilità). «Molti operatori dei supermercati ci dicono che a volte sitrovano macchinate di familiari per fare la spesa», ha riferito Zaia.

  • Mercati

Divieto di mercati all'aperto se non nei comuni che prevedono un piano dei sindaci: perimetrazione o delimitazione o cartelli, per convogliare accesso e uscita dei cittadini. Controllo su presenze e prevenzione di affollamenti. Sorveglianza pubblica o privata.

  • Fascia per gli anziani

Raccomandato di riservare l'accesso agli esercizi di grande vendita alle prime due ore del mattino agli anziani.

  • Seduti

Dalle 15 fino alla chiusura l'attività di somministrazione di cibo e bevande si svolge esclusivamente con clienti seduti.

Vietata consumazione bevante e alimenti in area pubblica.

  • Menù e buffet vietati

Somministrazione alimenti e bevante, gli esercizi devono rispettare le linee guida del Dpcm 3-11-2020, con menù digitale o supporto usa e getta cartaceo. Vietata ogni forma di buffet. Distanza di almeno un metro e su ogni tavolo non più di 4 soggetti non conviventi. Mascherina per ogni spostamento nel locale. Liquido igienizzante in entrata, sui tavoli e nei bagni. «Repetita iuvant - ha commentato Zaia - perché abbiamo capito che qualcuno non aveva capito».

  • Asporto

Consegne a domicilio fortemente consigliate. 

  • Negozi: ingressi contingentati

Vengono contingentati in modo molto dettagliati gli ingressi nei negozi. In tutti i negozi singoli o nei centri e parchi commerciali possono entrare al massimo:
fino a 40 mq, può entrare 1 cliente alla volta;
fino a 250 mq, possono entrare 1 cliente ogni 20 mq;
sopra i 250 mq, 1 cliente ogni 30 mq.

Nelle code di attesa va rispettato il distanziamento di almeno un metro (il gestore è responsabile anche delle code). VIDEO

Il gestore è obbligato ad apporre all'ingresso appositi strumenti o apparecchi che indichino il numero massimo di presenze consentite, e garantisce tramite vigilanza o contapersone il  rispetto della norma. In caso di non rispetto della norma il negozio viene chiuso. «Non abbiamo volontà persecutoria - ha sottolineato Zaia - ma stabiliamo una regola e i suoi termini con le sanzioni». Nel caso in cui sia accertata la volontarietà della violazione della norma, da parte dei clienti, potrebbe scattare la multa anche per loro. 

I singoli negozi nei centri commerciali avranno la loro singola capienza, e il centro commerciale avrà la sua capienza, che sarà la somma delle capienze dei singoli negozi.

  • Medici di medicina generale

Era in scadenza l'ordinanza che li riguardava, quindi abbiamo dovuto ripresentarla includendo l'accordo con i pediatri di libera scelta. Pediatra e medico di base diventano ufficiali di sanità pubblica per il Covid. Non faranno solo i tamponi ma potranno anche prescrivere la quarantena che è valida ai fini Inps. VIDEO

  • Domenica tutto chiuso

Restano chiuse le attività la domenica.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 25 Novembre, 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA