Rapina in sala slot, arrestato ex della Mala del Brenta. Era uscito dal carcere 2 anni fa

Martedì 14 Gennaio 2020
​Rapina in sala slot, arrestato ex della Mala del Brenta. Era uscito dal carcere 2 anni fa
Quattro persone sono state arrestate in un'operazione congiunta tra i carabinieri di Mestre e la squadra Mobile di Padova in relazione alla rapina alla sala slot Vlt imperial di Mirano (Venezia) la notte tra il 26 e il 27 dicembre 2018.

I NOMI DEGLI ARRESTATI PER LA RAPINA
In carcere sono finiti Ivan Giantin, 48 anni, e Gioseppe Mion, 44 anni, l'albanese Alban Shera, 23 anni, e il tunisino Kheireddine Charfeddine, 29 anni.



COSA E' SUCCESSO
Com'è noto, ad agire nella sala giochi furono due malviventi che con la minaccia di una pistola e di un piede di porco si fecero consegnare da una dipendente circa 400 euro. Dalle indagini è emerso che furono Giantin e Mion a pianificare la rapina: il primo, poi, agì nel locale insieme all'albanese. Mion, invece, avrebbe fornito le informazioni necessarie relative alla sala slot, effettuando sopralluoghi nei giorni precedenti e facendo da «staffetta» e «palo» ai complici durante l'assalto.

CHI E' L'EX DELLA MALA DEL BRENTA
Ivan Giantin è già noto alle forze dell'ordine per aver fatto parto della Mala del Brenta: scarcerato solo due anni fa al termine di 16 anni di detenzione per reati gravi, tra cui quello di aver partecipato all'agguato a colpi di kalashnikov contro i carabinieri di Ferrara la notte del 3 marzo 2001 e che, solo per caso fortuito, non provocò la loro morte. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci