Pellestrina, ecco le regole contro l'assalto delle biciclette

Martedì 26 Aprile 2022 di Lorenzo Mayer
Pellestrina, ecco le regole contro l'assalto delle biciclette
1

PELLESTRINA - A Pellestrina arrivano le prime contromisure per arginare l'assalto delle biciclette nei weekend. Già da sabato Actv ha avviato, in modo sperimentale, la precedenza all'imbarco in bici dei residenti. Il Comune di Venezia, in attesa di sviluppi anche dall'amministrazione cittadina di Chioggia, ha pubblicato un'ordinanza per vietare l'ormeggio senza regole di natanti che trasportano anche le biciclette. Soluzione trovata e pace fatta? Nemmeno per sogno perché ieri è scoppiata la polemica, pur nella stessa compagine fucsia, tra municipalità e Comune. Il motivo è presto detto: qualcuno, tra i consiglieri comunali, ha voluto pubblicare subito un post annunciando la soluzione trovata. Bruciando di fatto la municipalità che pure si era impegnata in prima linea su questo tema.


LA POLEMICA
«Ovviamente le medaglie se le mettono altri sul petto ha scritto sui social Antonietta Busetto, delegata della municipalità al turismo che molto si è battuta su questo tema - Sapendo come sono andate le cose, sono fiera di come abbiamo lavorato dal basso. Le mie idee ed il nostro lavoro in Municipalità sta prendendo forma».
Un riferimento chiaro, anche senza mai nominarlo, al consigliere comunale delegato del sindaco alle isole, Alessandro Scarpa Marta che con il solito attivismo dei social non aveva perso tempo a fare il suo annuncio. «Finalmente ha comunicato scarpa - pochi giorni fa è stata pubblicata un'ordinanza, a seguito delle numerose segnalazioni dei cittadini residenti a Pellestrina, al fine di mettere delle regole agli attracchi dei due pontili in pieno centro abitato, dove avvenivano sbarchi di biciclette davanti alle case con scene da far west. Gli approdi sono riservati per utilità pubblica e per le operazioni di sbarco/imbarco con barche a uso personale o diportistico, mentre è vietato l'approdo di qualsiasi altra tipologia, come il trasporto merci, biciclette taxi e commerciale, ad eccezione delle emergenze e dei servizi di pubblica utilità. Ben venga il turismo che dà lavoro alle attività commerciali dell'isola, però deve essere rispettoso nei confronti del luogo e dei suo abitanti. Actv, dopo molte segnalazioni e varie interrogazioni che ho presentato in Comune, da ieri ha inserito sul nuovo pontile provvisorio in zona cimitero, la priority per i residenti anche con bicicletta. Finiti i lavori il pontile provvisorio verrà rimosso lasciando spazio al nuovo pontile».


LA MUNICIPALITÀ
Mossa che ha obbligato anche il presidente della municipalità, Emilio Guberti, a precisare: «La Municipalità chiama, il Comune risponde ha dichiarato - Accogliendo le nostre sollecitazioni l'amministrazione comunale sta adottando alcune misure per cercare di regolare il flusso di cicloturisti. È solo di pochi giorni fa l'approvazione unanime del Consiglio di Municipalità di un ordine del giorno, presentato dalla consigliera Antonietta Busetto, che sollecita appunto il Comune ad intervenire. Tre le misure previste. La prima misura emanata dal Comune riguarda un'ordinanza che vieta l'uso ai barconi gran turismo dei pontili antistanti la chiesa di Ognissanti e gli uffici comunali. Il secondo, in fase di studio, riguarda l'individuazione di un'area idonea dove far attaccare i gran turismo provenienti da Chioggia. Terzo provvedimento un sistema di prenotazione per le bici a bordo dei mezzi pubblici. Un sincero ringraziamento al Comune di Venezia e ad Avm-Actv per aver concretizzato le nostre richieste dando risposte alle giuste istanze del territori».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci