Zaia, la diretta: «La parola d'ordine è "cautela", sono i giorni della verità. Mondiali di Cortina? Giusto il rinvio»

Lunedì 25 Maggio 2020 di redazione online
Luca Zaia  in diretta Fb con la prof. Tacconelli
1

Coronavirus in Veneto. Luca Zaia in diretta oggi, 25 maggio 2020. Il punto del presidente al settimo giorno dopo la fine del lockdown e le conseguenti riaperture. Proprio oggi sono state riavviate altre attività commerciali.

Il bollettino
Subito i dati ufficiali delle ultime ore con il totale dei  decessi che è salito a 1878 in Veneto (4 in più di ieri sera), dato triste, ma gli altri indicatori dell'epidemia sono sempre in miglioramento: resta dell'1% circa il numero dei positivi sul totale dei tamponi effettuati. Sono i giorni che daranno gli effetti della riaperture del 18 maggio. Non abbassiamo la guardia e attendiamo con preoccupazione.
Oggi ci sarà altra conferenza dei presidenti di Regioni: la parola d'ordine è cautela
Ribadisco che i veri eroi sono stati i giovani in questo periodo. In Corea molti ragazzi si sono contagiati.

DATI DEL 25 MAGGIO --> Leggi il bollettino di oggi

Mondiali di sci Cortina 2021
«Io sapevo da tempo del rinvio al 2022 e penso che sia la soluzione migliore perchè non abbiamo la certezza di poter ospitare il pubblico e senza non avrebbe senso. Ne ho parlato con Malagò, Roda e Benentton, tutti concordano e ora attendiamo la decisione della Federazione mondiale.

Il team
Presento la prof. Tacconelli, fa parte del magic team del Veneto, una squadra che ci ha permesso di raggiungere risultati riconosciut in tutto il mondo. E' direttrice di Malattie infettive a Verona, docente a Harward, riferimento dell'Oms, nominata miglior scienziato dall'anno da vari organismi sanitari.  Lei coordina uno staff di 40 ricercatori e gestisce budget milionari.

L'esperta
La prof. Evelina Tacconelli: «Data fondamentale sarà il 14 giugno per capire l'evolversi. Il virus è molto complesso e multi-organo, colpisce in vari punti dell'organismo. Noi coordiniamo 29 centri sanitari in Italia e somministriamo i farmaci per la cura. I farmaci sperimentali possono essere somministrti solo in centri riconosciuti. Remdesivir e altri farmaci sono allo studio dei nostri ricercatori.
Interessante il nuovo modo di approcciare il virus a domicilio portando le terapie a casa dei pazienti senza che intasino gli ospedali. Da domani iniziamo la sperimentazione con l'Avigan su 50 pazienti in 3 regioni, la nostra, Emilia R. e Lazio».

La campagna
Il video 'anti movida', realizzato dalla Regione Veneto contro il pericolo degli assembramenti e nel non indossare la mascherina, «sta facendo parlare e sta accogliendo gradimenti positivi in merito al 'messaggiò che si vuol dare». Lo rileva il presidente del Veneto, Luca Zaia. «Invito i detrattori a non perdere tempo - aggiunge - perchè tutte le persone che nel filmato compaiono senza mascherina sono congiunti, marito e moglie, fratello e sorella. Quindi auspico che si evitino 'lezionì sui social. Le comparse sono state selezionate, quello che si vede non sono immagini di una piazza 'verà ma è stata creata ad hoc». «Le immagini degli ospedali sono autentiche. Credo che sia importante un dialogo con i ragazzi, lo ritengo fondamentale perchè sono stati sempre al nostro fianco in questa partita e devono continuare ad esserlo».

I giovani
«Il mio appello va ai giovani che sono stati gli eroi durante il lockdown, rispettando le regole: devono farlo anche adesso, perché il ricontagio in Corea del Sud ha colpito i ragazzi». È l'appello lanciato dal presidente  Zaia  che ha anche sottolineato che 'l'assunzione' di 60 mila assistenti civici «è una sconfitta, dal punto di vista culturale. Dover chiedere a qualcuno di dover fare l'educatore, è una sconfitta, così come lo è  dover mandare qualcuno a controllare che si usi la mascherina, che è come dover dire che bisogna prendere un farmaco per salvarsi la vita. Per questo dico ai ragazzi: per ribellarvi ai controlli, 'usate la mascherina per protestà».
 

 

Luca Zaia, la diretta di oggi

Lockdown. «Se ci fosse un ritorno del Covid-19 ad ottobre si lavorerà sui micro focolai e non si penserà più di agire con una rete a maglie fine per prendere dentro tutt:i finché sarà gestibile la situazione in lockdown non avrà più senso. Ma se ci fosse invece una fiammata pericolosa allora torniamo tutti in lockdown, è inevitabile. Il problema vero è la diffusione del contagio sul territorio. Il banco di prova sarà in autunno, nessuno vuole abbassare la guardia».

Reagenti all'estero. «Sui reagenti presi all'estero ho chiesto chiarimenti scritti al dottor Flor dell'Azienda ospedaliera. Sarebbe gravissimo che il prof Crisanti fosse stato costretto ad andare all'estero per avere dei reagenti». Zaia ha fatto così riferimento a quanto detto dal prof. Andrea Crisanti che avrebbe recuperato il materiale all'Imperial College di Londra a causa delle lungaggini burocratiche in Italia. «Noi non ne sappiamo nulla - ha aggiunto - abbiamo in mano una relazione che ci dice che intorno al 20 gennaio si era pronti a fare i tamponi, se è accaduto qualcosa non lo so dire». 

Piano tamponi. «Si procede con le categorie a rischio, adesso tocca ai dentisti, poi si procederà con sintomatici e parenti stretti, secondo le linee guida del piano veneto».

Concorsi regionali bloccati. «Da giugno si torna in pista, alcuni sono già ripartiti: parliamo di concorsi extra sanità.»

Mostra del Cinema di Venezia. «La mostra del Cinema di Venezia si farà a fine agosto ed inizio di settembre e penso che sia un bel segnale. I nostri dati epidemiologici sono chiari, dal 10 aprile abbiamo le curve in discesa rispetto a contagi, ricoveri e terapie intensive. Secondo questi valori, siamo assolutamente ottimisti. E poi c'è anche la conferma indiretta da parte del Comitato tecnico scientifico nazionale che, esprimendo un parere sull'indicazione del periodo delle elezioni regionali e amministrative, ha detto 'le dovete fare entro la fine di settembre'. Il che vuol dire che settembre è un mese buono. E quindi la Mostra si farà».

LA NUOVA ORDINANZA CON LE APERTURE (SCARICA IL TESTO)
LE LINEE GUIDA PER LE RIAPERTURE (SCARICA IL TESTO)

Covid, le ordinanze e i documenti

Le linee guida del Veneto e la nuova ordinanza regionale (Scarica il PDF) dopo la pubblicazione ufficiale del nuovo Dpcm del Governo (Scarica il PDF). Domande e Risposte. Fase 2 e nuova ordinanza: cosa possiamo fare e cosa no

Il bollettino del 23 maggio

LA DIRETTA DI OGGI 24 MAGGIO


 

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA