Giovedì 13 Settembre 2018, 12:57

E il broker arrestato ordinò: «Brucia le carte dei clienti»

PER APPROFONDIRE: broker, fabio gaiatto, jesolo, truffa
E il broker arrestato ordinò: «Brucia  le carte dei clienti». Il passo falso

di Davide Tamiello

PORTOGRUARO - Il piano era distruggere le prove dell'esistenza di quella montagna di contratti, sottoscritti con i vari investitori, prima di sottoporsi all'interrogatorio del pubblico ministero. Fabio Gaiatto, però, il broker di Portogruaro (Venezia) accusato di aver raggirato con il suo sistema di trading oltre tremila clienti, ha commesso il più banale degli errori: fidarsi.

PARLA UNA VITTIMA «Puoi vivere di rendita»: così è finita nella rete ​del trader
GLI INTERROGATORI Truffa Forex, scattano gli interrogatori: Gaiatto si avvale della facoltà di non rispondere

La collaboratrice a cui aveva dato quel delicatissimo incarico, infatti, ha deciso di ignorare l'ordine e di portare quei documenti direttamente alla guardia di Finanza. La data è importante: 20 aprile 2018. La donna, in quei giorni, si presenta alle fiamme gialle con dodici faldoni. Ai militari racconta che il 43enne, ora in carcere come disposto dall'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip friulano
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
E il broker arrestato ordinò: «Brucia le carte dei clienti»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti