Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Virus, i primi due casi italiani di Usutu scoperti in Friuli Venezia Giulia

Identificato anche in 58 pool di zanzare e 7 uccelli in Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Toscana, Lazio e Veneto

Giovedì 11 Agosto 2022
Virus, i primi due casi italiani di Usutu scoperti in Friuli Venezia Giulia
2

Sono stati identificati in Friuli Venezia Giulia i primi due casi italiani di infezione umana da virus Usutu (USUV), un arbovirus simile al West Nile virus. I due pazienti sono asintomatici. Il dato è contenuto nell'ultimo bollettino sulla sorveglianza su West Nile e Usutu virus realizzata dall'Istituto Superiore di Sanità aggiornato al 9 agosto.

Dall'inizio della sorveglianza, a inizio giugno, il virus Usutu è stato identificato anche in 58 pool di zanzare e 7 uccelli in Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Toscana, Lazio e Veneto. E' stata invece smentita la notizia, circolata nei giorni scorsi, di 4 contagi da virus Usutu nel frusinate. 

Usutu, cosa e'

Il virus Usutu è una infezione aviaria rara nell'uomo. Ha origine africana e deve il suo nome a un fiume - Il Grande Usutu o Maputo - del Sud Africa. Qui, infatti, venne isolato per la prima volta il virus, in una zanzara Culex neavei. Questo virus è simile al West Nile, per quanto fino ad oggi l'Usutu sia circolato poco fra gli esseri umani e i casi siano stati non gravi. Viceversa, questo virus aggredisce particolarmente gli uccelli europei (che, attraverso le migrazioni, contribuiscono alla sua diffusione), causando grandi morie. 

Il virus West Nile e il virus Usutu sono trasmessi da insetti vettori (zanzare) a animali e uomini e non si contagiano da uomo a uomo. Gli uccelli, sia migratori che stanziali fungono da "serbatoio" del virus: se punti dalla zanzara, i volatili sono in grado di infettare l'insetto che a sua volta, pungendo un altro animale o l'uomo, trasmetterà ad esso il virus. 

Sintomi

I sintomi del virus Usutu - quelli più frequenti riscontrati sono febbre, ittero, rush cutaneo - di solito si presentano tra i 3 e i 14 giorni dopo il contagio. Anche questo virus, come il West Nile, può dare sintomi neurologici nell’uomo.

Ultimo aggiornamento: 13 Agosto, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci