Furto in casa, l'auto dei ladri a tutta velocità centra un’altra macchina: 2 feriti. Uno dei malviventi è ancora in fuga

Martedì 24 Ottobre 2023
L'auto in fuga dai carabinieri (foto Facebook gruppo Sei di Casale se...)

CASALE SUL SILE - La fuga a tutto gas per scappare dai carabinieri, la collisione con un'altra vettura, e la loro auto che si cappotta nel bel mezzo della rotonda, costringendo i banditi a scappare a piedi prendendo la via dei campi: uno è stato preso, l'altro è ancora in fuga. Una serata da Far West quella vissuta poco dopo le 20.30 del 23 ottobre a Casale sul Sile. In viale Trento Trieste dei malviventi hanno preso contro mano la rotonda per cercare di guadagnare metri sulle forze dell'ordine che li stavano inseguendo ma, così facendo, hanno causato un incidente, impattando con un altro mezzo. Nella carambola l'auto dei predoni, secondo quanto emerso due ladri, è finita a ruote all'aria ma conducente e passeggeri sono subito saltati fuori dall'abitacolo e sono scappati a piedi. Lievemente feriti i passeggeri dell'auto di passaggio, contro la quale si è schiantata quella dei banditi: si sono fatti refertare in pronto soccorso ma le loro condizioni non destano preoccupazioni da parte dei medici. Subito dopo è scattata la caccia all'uomo da parte dei carabinieri, che hanno cinturato la zona, cercando di intercettare i fuggitivi. Pochi minuti prima dell'incidente, proprio a Casale sul Sile, sui social era stata segnalato l'incursione dei ladri in un'abitazione privata in via Matteotti.

Il fatto

In via Nuova Trevigiana di Casale sul Sile, la pattuglia della locale Stazione intercettava una Lanca Delta sulla quale viaggiavano due soggetti, il cui atteggiamento risultava particolarmente sospetto e che alla vista dei militari dell’Arma, allo scopo di garantirsi la fuga, speronavano il mezzo di servizio e si allontanavano a velocità sostenuta in direzione di via Piave. Giunti alla rotatoria di via Trento e Trieste, l'hanno imboccata contromano, andando a sbattere con una Fiat 500 con a bordo una coppia, un 68enne ed una 47enne, residenti nella zona, i quali, a seguito dell’impatto riportavano lievi ferite. Nello scontro però, la Lancia Delta si è ribaltata ed i due occupanti riuscivano ad uscire dall’abitacolo per darsi alla fuga, a piedi, per le vie circostanti, scavalcando all’interno dei cortili delle abitazioni ivi insistenti e dividendosi dopo pochi istanti con l’intento di far perdere le proprie tracce. Al culmine di un breve inseguimento, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Treviso, sopraggiunti in ausilio alla Stazione di Casale sul Sile, bloccavano uno dei due fuggitivi, identificato per un 28enne cittadino rumeno, senza fissa dimora, gravato da pregiudizi per delitti contro il patrimonio, che veniva, quindi, tratto in arresto per "resistenza a pubblico ufficiale - fuga a seguito di sinistro stradale - omissione di soccorso - danneggiamento e lesioni personali colpose”. L’altro soggetto è invece riuscito a scappare. Ultimate le formalità di rito, l’arrestato veniva trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale di Treviso, in attesa dell’udienza con rito direttissimo che sarà celebrata nella mattinata di mercoledì 25 ottobre. Indagini in corso per accertare se i due fuggitivi si erano resi responsabili di raid predatori in abitazioni, prima di essere intercettati dalla pattuglia della Stazione di Casale sul Sile.

Ultimo aggiornamento: 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci