Incidente a Quinto. L'auto come un proiettile, e Andrea ​non aveva allacciato le cinture

Mercoledì 14 Marzo 2018
Andrea Vanin
7

TREVISO - La curva presa male, forse un'accelerata sbagliata, e l'auto si trasforma in un proiettile che va a schiantarsi contro un platano, facendo volare fuori dall'abitacolo il 23enne Andrea Vanin. Il giovane, dovendo percorrere poche centinaia di metri per arrivare a casa, non aveva allacciato le cinture. Una leggerezza che gli è stata fatale. Perché Andrea è morto così nel cuore della notte tra lunedì e martedì. Aveva trascorso una serata con gli amici al bar Oasis di Santa Cristina, in quello che la compagnia considerava il ritrovo preferito. Lungo il breve tragitto verso casa, percorso chissà quante volte, il destino gli ha teso un agguato mortale. L'auto che sbanda, finisce fuori e si accartoccia su un platano, scaraventando Andrea a più di dieci metri di distanza.

L'INCIDENTE Finisce con la Peugeot nel fossato. ​Muore un ragazzo di 23 anni /Foto

Il 23enne faceva l'operaio e aveva appena trovato un posto sicuro. L'incidente è accaduto intorno all'1.30 circa, in via monsignor Tognana, all'altezza del civico 2. Il giovane stava facendo ritorno a casa e, forse per un improvviso colpo di sonno o una distrazione, ha perso il controllo della Peugeot 106...
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA