Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Al parchetto di Casier con droga e coltello a serramanico: nei guai due giovanissimi

Mercoledì 10 Agosto 2022
Al parchetto i controlli dei Carabinieri di Casier hanno trovato giovanissimi con droga e coltello a serramanico

CASIER - Al parchetto con droga e un coltello a serramanico: nei guai un 17enne e un 20enne. Una pattuglia di Carabinieri in servizio perlustrativo ha individuato due giovani notati in atteggiamento sospetto, verso le mezzanotte di lunedì scorso, presso il parco pubblico di via Lorenzo Da Ponte. Nel corso del controllo un 17enne trevigiano è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama della lunghezza di 8 centimetri mentre un 20enne di origini senegalesi aveva con sè una ridotta quantità di stupefacente del tipo hashish. Il coltello e lo stupefacente sono stati posti sotto sequestro e per i due giovani sono scattate rispettivamente, la segnalazione all'Autorità giudiziaria per porto di armi o oggetti atti ad offendere ed a quella amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti. 

Luoghi osservati speciali delle pattuglie delle stazioni Carabinieri operanti nel territorio della Provincia di Treviso sono in questo periodo, in numerosi parchi pubblici, le piste ciclabili e le zona verdi del Capoluogo della Marca e della Provincia, solitamente molto frequentate da genitori e figli che, magari liberi da impegni scolastici o lavorativi, vi trascorrono nel tempo da dedicare al relax ed allo svago estivo. 

L'attività specifica dei militari dell'Arma, in collaborazione con le polizie locali dei Comuni interessati, è quindi finalizzata alla vigilanza di queste aree nella fascia diurna ma anche ad evitare che le stesse, soprattutto in orario serale e notturno, possano diventare luogo di ritrovo per il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti o per fare atti vandalici e danneggiamneti delle strutture presenti (giostrine, arredo urbano,..) spesso rese inservibili e non fruibili dalla collettività per lo sconsiderato gesto di pochi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci