Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Beccata la coppia di rapinatori di via XX settembre: si nascondevano in una casa abbandonata

Venerdì 10 Giugno 2022 di Lucia Russo
La rapina in centro a Conegliano

CONEGLIANO - Arrestati i rapinatori di via XX settembre. Indagini coordinate dalla Procura di Treviso e dai poliziotti del commissariato di Conegliano che hanno portato all'arresto di due cittadini italiani senza fissa dimora, un uomo e una donna. Gli investigatori hanno rintracciato la coppia, già destinataria di foglio di via da Conegliano da parte del Questore di Treviso, in una casa abbandonata a Vittorio Veneto, dove avevano trovato rifugio.

La coppia aveva aggredito e rapinato il gstore di un locale

I fatti risalgono a metà maggio, a tarda notte, quando i due malviventi, travisati, avevano atteso vicino ad una farmacia il gestore di un locale, che aveva appena chiuso l’esercizio, per poi aggredirlo mentre saliva in auto. La donna gli aveva puntato al torace una forbice, mentre il complice lo minacciava di avere una pistola; gli avevano poi bucato una gomma dell’autovettura, fuggendo con parte dell’incasso.

Fondamentali le telecamere di videosorveglianza

L’attività investigativa del Commissariato ha consentito di individuare i presunti colpevoli grazie ad un’accurata analisi delle telecamere di videosorveglianza comunali e di esercizi pubblici di varie zone della città. Le forze dell'ordine hanno dato esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Treviso, visti i gravi indizi di colpevolezza e la pericolosità sociale dei due soggetti. I due destinatari di custodia, classe 1987 e 1988, sono stati accompagnati presso le Case circondariali di Vicenza e Venezia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Ultimo aggiornamento: 13:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci