Tumori e cure, Iov di Padova tra i 3 ospedali migliori nelle terapie contro il cancro

Venerdì 7 Ottobre 2022 di Nicoletta Cozza
Tumori e cure, Iov di Padova tra i 3 ospedali migliori nelle terapie contro il cancro

PADOVA - Rispetto all'anno scorso ha guadagnato 24 posizioni, passando dal 152. al 128. posto nella graduatoria mondiale dei centri che si occupano della cura del cancro. Lo Iov di Padova e Castelfranco, infatti, è stato ritenuto da Newsweek 2023 uno dei migliori ospedali del settore, e in Italia risulta essere il terzo IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) oncologico pubblico. «Una buona notizia per la qualità della sanità veneta - ha commentato il governatore Luca Zaia -, e soprattutto per i malati oncologici, questa dello Iov che si afferma a livello nazionale e mondiale. Mi complimento con medici, infermieri e operatori, che hanno messo in campo capacità e abnegazione. È la conferma che siamo all'avanguardia, grazie a una programmazione mirata, a investimenti di rilievo in attrezzature di ultima generazione e alla grandissima professionalità». Sempre in Italia Iov occupa la 14. posizione tra le strutture pubbliche e private che si occupano di neoplasie; il ranking è frutto per il 92,5% dei giudizi di 40.000 professionisti della sanità; per il 5% considerando le certificazioni ottenute, e per il 2,5% prendendo in esame i giudizi dei pazienti, riportati in un questionario della società Statista.


LA DIREZIONE
«E' sempre un piacere - sottolinea il dg Patrizia Benini - ricevere valutazioni positive, come questa di Newsweek. Siamo orgogliosi che lo Iov, nato di recente e che ha dimensioni contenute, sia annoverato a livello mondiale tra i primi 130 migliori ospedali di settore. È il frutto della professionalità di coloro che vi lavorano, impegnati sia in laboratorio che al letto del paziente. Sarà uno stimolo a procedere con entusiasmo scientifico, senza perdere di vista la centralità dell'assistito». «La classifica di Newsweek - ha concluso dil direttore scientifico Vincenzo Bronte - dà un'altra prova di quello che emerge dai parametri di produzione scientifica monitorati dall'Istituto. Un'ulteriore indicazione dell'eccellenza dei nostri ricercatori nel panorama internazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci