Orge in canonica, catalogo sul web: così don Andrea "vendeva" le amanti

Venerdì 30 Dicembre 2016 di Luca Ingegneri
37

PADOVA  - Don Andrea Contin reclutava sui siti a luci rosse i clienti per le sue amanti. È l'ultima clamorosa indiscrezione che trapela dall'inchiesta dei carabinieri sullo scandalo di San Lazzaro. Gli investigatori dell'Arma hanno setacciato in lungo e in largo la rete partendo dalle numerose tracce lasciate dal 48enne ex parroco sul computer o sull'iPad.

È attraverso siti di annunci sexy  che don Andrea offriva le sue donne. O riusciva a convincerle a pubblicare le offerte di sesso con tanto di fotografie di nudo esplicito (ma mai con il volto in evidenza, ndr) e numeri di cellulare, oppure era direttamente il presbitero a sostituirsi alle amanti celandosi dietro la loro identità. 

 

Ultimo aggiornamento: 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA