A27: seconda fase di ispezioni nelle gallerie, programmati sui flussi di traffico

Sabato 27 Febbraio 2021
I disagi ieri in autostrada

I LAVORI BELLUNO A chiarire sui cantieri in corso in autostrada, dopo le proteste dei cittadini, è la Direzione di Tronco di Udine di Autostrade per l’Italia. Spiega che i cantieri attualmente in corso sulla A27 riguardano principalmente le gallerie: gli archi di calcestruzzo, fornici, presenti sulla tratta. «Si tratta di attività previste da un piano nazionale di interventi sulla rete - spiegano dalla Società -, concentrati in questo periodo anche alla luce di ridotti volumi di traffico dovuti alle disposizioni anti Covid per gli spostamenti. Tutte le attività programmate infatti vengono previste secondo un’analisi dei flussi di traffico, condotte secondo criteri di fasce orarie e stagionalità con lo scopo di minimizzare l’impatto sull’utenza». Nel caso della A27, per esempio, Aurstrade spiegano di aver privilegiato lo svolgimento dei cantieri, ove possibile, in modalità notturna, garantendo, nelle fasce di maggior traffico, sempre due corsie di marcia, almeno nella direzione di flusso di traffico prevalente e rimuovendo le cantierizzazioni nei fine settimana e nelle giornate caratterizzate da flussi elevati. «Tutte le attività - sottolineano - sono state interrotte tra il 6 e il 21 febbraio in occasione dei Campionati Mondiali di Sci a Cortina». GALLERIE «Sono attualmente in corso attività di ispezioni approfondite, secondo le modalità previste dalle recenti linee guida del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e secondo le tempistiche condivise con lo stesso dicastero e le istituzioni territoriali», spiegano. Il piano prevede due fasi distinte di attività condotte da società esterne di ingegneria leader nel settore, la prima - già conclusa su tutti i fornici presenti sulla tratta – consiste in una fase preliminare di ispezioni e primi interventi di manutenzione, ove necessario. La seconda invece, che prevede una ispezione approfondita con l’ausilio di georadar e laserscanner, si concluderà entro la giornata di domani nella galleria Monte Baldo Sud, lo stesso tipo di indagini dovrà essere poi avviato sul fornice Nord della stessa galleria. Sulla base delle risultanze di questa fase di indagini, potranno essere programmati interventi di consolidamento. «È infine in corso l’ultima fase delle attività previste dall’adeguamento degli impianti di emergenza delle gallerie superiori ai 500 metri - proseguono dalla direzione del Tronco di Udine Autostrade -, come da normativa Ue (dlgs 264/2006). Si tratta di interventi che nulla hanno a che fare con la tenuta statica delle infrastrutture e riguardano il rifacimento e l’ammodernamento delle dotazioni tecnologiche presenti nei tunnel, intervenendo sui sistemi e sugli impianti di illuminazione, ventilazione, rilevazione incendio, videosorveglianza, equipaggiamento delle vie di fuga, alimentazione elettrica, di soccorso, etc. La fine di questo ciclo di attività è prevista entro la prossima primavera». (Fe.Fa.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA