Scuola elementare di Arten: salvezza a tempo

Venerdì 17 Gennaio 2020 di Valerio Bertolio
I genitori di Arten all'incontro per la scuola elementare
La scuola elementare di Arten è salva, la sua sopravvivenza però è a tempo. Dal prossimo anno scolastico (2020-2021) i bimbi della primaria potranno ancora frequentare il plesso frazionale ma poi dovranno andare in quello del capoluogo dove il Comune di Fonzaso ha deciso di mettere in atto consistenti lavori di ammodernamento e messa in sicurezza di aule, spazi comuni e mensa. Al posto delle elementari di Arten tra due anni dovrebbe trovar posto l’asilo nido. 
IL GIALLO
Ieri si era sparsa la notizia che il Comune avesse cambiato radicalmente rotta e che anzichè chiudere la porta nella scuola della frazioni avesse deciso di immolare quella del capoluogo. A dar fuoco alle polveri le comunicazioni apparse nel sito internet istituzionale dell’istituto comprensivo nel quale l’elementare di via Marconi (capoluogo) non veniva nemmeno citata. Gli inviti ai genitori per la “scuole aperte” indicavano come data per le visite solo per Arsié , Arten, Lamon e Sovramonte. Comunicazioni che hanno dato il via ad una serie di ipotesi tanto da dare da più parti “defunta” quella di Fonzaso.
L’INCONTRO CON I GENITORI
Nella riunione di sabato 4 gennaio in municipio tra la direzione didattica, l’Amministrazione comunale e i genitori, un padre aveva fatto osservare che se l’edificio di Arten non era in regola, nemmeno quello di via Marconi sembrava avere tutti i crismi necessari per far confluire tutti i bimbi in un unico plesso didattico. Un’obiezione a quanto pare non del tutto campata in aria visto che poi c’è stato il dietro front. NELLA FRAZIONE
Per ora ad Arten si grida alla vittoria anche se si sa che è solo per l’anno scolastico 2020-2021 e forse anche per l’anno dopo. Il Comune amministrato dal sindaco Giorgio Slongo ha infatti proposto di spostare gli alunni della primaria di Arten nelle classi di Fonzaso in modo da evitare la pluriclasse (che non è il meglio sul piano didattico) e di usare l’edificio della Giuseppe Toigo per farne un asilo nido a servizio di Fonzaso, Arten e le altre frazioni, da Frassené a Giaroni. 
L’AMMINISTRAZIONE
«La questione scuola Arten è da sempre un tema sentito e dibattuto. Per anni la scuola frazionale - scrive in un documento diffuso ieri il sindaco Giorgio Slongo - ha sofferto della scarsità di iscrizioni, fino all’avvio del tempo pieno, anche questo peraltro all’epoca oggetto di forti discussioni e mugugni. Le cose sembravano aver trovato un loro equilibrio, con i 2 plessi aperti e le diverse offerte formative per tutto il territorio comunale e non. Il vero declino inizia nel 2013, quando a Fonzaso non riesce a formarsi la 1^ elementare a tempo normale per mancanza di iscrizioni. Proteste!!!!. Si parte a settembre con la pluriclasse. Nel 2018 a Fonzaso si fa un’altra pluriclasse. Difficoltà a formare le classi con due diverse offerte formative. Due scuole non sono più proponibili. La chiusura di Arten viene così rimandata per permettere di rendere quella del capoluogo in grado di far fronte a tutte le necessità». © RIPRODUZIONE RISERVATA