Martedì 18 Settembre 2018, 00:00

Gli eroi traditi dalle leggi razziali

Gli eroi traditi dalle leggi razziali
LA STORIA«Accadono a Roma cose incredibili: stamani gruppi di fascisti, dicono insieme a qualche militare tedesco, hanno preso degli ebrei di ogni età e sesso e li hanno portati non si sa dove. Il fatto è certo, le modalità no». Questo è quanto scrive nell'ultima pagina del proprio diario il veneziano Augusto Capon, ammiraglio di squadra, decorato con croce al merito di guerra, ebreo. La data di queste righe è 16 ottobre 1943, una settimana dopo, il 23 ottobre, sarebbe stato ucciso ad Auschwitz. Capon era stato posto in congedo assoluto...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gli eroi traditi dalle leggi razziali
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER